mercoledì, 18 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, russi a Kiev: civili in fuga giornalisti lasciano gli alberghi. Bombe su una scuola a Donetsk

L'esercito russo è ormai entrato nella capitale Kiev. Cernobyl è nelle mani dell'esercito russo che ha preso in ostaggio anche parte del personale. Le polveri sollevate nei pressi del reattore che contiene ancora rifiuti nucleari non smaltiti, ha aumentato di molto il livello di radiazioni.

Da non perdere

Il giorno 2 dell’invasione russa in Ucraina si apre con nuovi bombardamenti, iniziati alle 5:30 ora italiana, ma che hanno interessato obiettivi civili. La città colpita è Gorlovka, parte dell’oblast di Donetsk, una delle due Repubbliche separatiste autoproclamatesi e riconosciute da Mosca. A seguito del bombardamento, sono stati uccisi due insegnanti. Tutte le città e i villaggi che si trovano nell’oblast di Donetsk sono sotto tiro. Al momento, due villaggi, Zaitzevo e il villaggio della miniera di Gagarin sono costantemente bersagliati. Proseguono i conflitti anche nella zona di Kiev, con Volodymyr Zelensky, rimasto nella capitale, che ha chiesto al suo popolo di “lanciare molotov contro l’esercito russo” e avverte l’esercito russo: “Le sanzioni non bastano”. La stampa inviata nella capitale ucraina sta lasciando gli alberghi del centro, a seguito dei colpi di arma da fuoco avvertiti negli ultimi minuti. L’esercito russo è ormai entrato a Kiev.

Borse, agli investitori piacciono le sanzioni soft

Le Borse europee aprono con un significativo rialzo, dopo le sanzioni “soft” da parte degli enti governativi occidentali nei confronti della Russia. A Francoforte il Dax segna il +1,36%, mentre a Londra l’Ftse 100 avanza dello 0,94%. Il Cac 40 di Parigi in apertura guadagna lo 0,99%. Bene anche l’Ftse Mib di Milano che segna un positivo dell’1,03%.

Borsa di Mosca vola oltre il 20%

Anche se il petrolio continua a salire e si attesta a 95,15 dollari al barile, la Borsa di Mosca rimbalza oltre il 20%. Questa apertura positiva è data dal fatto che le sanzioni imposte da Joe Biden riguardano importazioni, esportazioni e tagliato fuori dai sistemi finanziari le maggiori banche russe. Tuttavia, la Russia non è stata estromessa dal circuito SWIFT, come aveva chiesto ieri Boris Johnson, primo ministro inglese.

Cala anche il prezzo del gas: – 14%, dopo la fiammata di ieri

Dopo l’impennata di ieri, si sgonfiano i prezzi del gas al riavvio delle negoziazioni, dopo essersi attestato a 134 euro al megawattora. Il prezzo di apertura di oggi è sceso fino a 115 euro .

livelli radioattività Cernobyl (fonte: account twitter Eric Feigl-Ding)

L’indice di radioattività a Cernobyl si è notevolmente alzato

Dopo gli scontri a fuoco di ieri, l’area di Cernobyl è stata presa dall’esercito russo che ha preso in ostaggio anche parte del personale. Le polveri sollevate ieri, nei pressi del reattore che contiene ancora rifiuti nucleari non smaltiti, ha aumentato di molto il livello di radiazioni nella stessa area. Ad annunciare i livelli elevati di radioattività è stato proprio l’esercito ucraino tramite un tweet.

Ultime notizie