martedì, 24 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, Chernobyl sotto assedio. Zelensky: “Un attacco contro l’Europa”

Gli obiettivi militari finora distrutti dalla Russia sono 74; vittime tra i civili. Kiev risponde agli attacchi e mette il coprifuoco. Europa solidale col popolo ucraino, le borse crollano e il prezzo del gas aumenta del 60%.

Da non perdere

Il potente attacco, iniziato questa mattina prima dell’Alba in Ucraina da parte della Russia, continua senza sosta. La ‘missione’ per ‘demilitarizzare’ la nazione si è trasformata in una vera e propria invasione nel corso della mattinata, in cui gli attacchi della Russia sono arrivati da ogni fronte. I bombardamenti si sono concentrati su Kiev e Odessa, per poi proseguire sul resto del territorio. L’Europa mostra solidarietà nei confronti del popolo ucraino e aumenta le sanzioni nei confronti della Russia, mentre Biden è riunito in Consiglio di Sicurezza nazionale alla Casa Bianca e la NATO continua fermamente sulla linea delle sanzioni.

La situazione attuale in Ucraina

Dopo aver oltrepassato le frontiere ed essere giunti alle porte di Kiev, i russi vantano la distruzione di 74 obiettivi militari, tra cui 11 piste di atterraggio. Vittime fra i civili, invece, nel Donetsk dove è stato colpito un ospedale e, al momento, si contano 4 morti e 10 feriti, tra cui 6 medici. A Kiev suonano di nuovo le sirene d’allarme e la popolazione viene invitata a recarsi nei rifugi antiaerei.

Nella zona di Chernobyl, presidiata costantemente da 75 soldati per un perimetro di 1.100 km, si stanno svolgendo combattimenti che stanno mettendo a rischio di distruzione gli impianti di stoccaggio di scorie nucleari, fortunatamente al momento ancora integri. Tuttavia, le forze di occupazione russe stanno cercando di impadronirsi della centrale nucleare e i soldati ucraini stanno dando la vita per evitare che si ripeta la tragedia del 1986. Il presidente ucraino, Zelensky, ha dichiarato che l’attacco a Chernobyl può essere considerato come un attacco all’Europa intera.

Fonte Twitter

Kiev sta rispondendo agli attacchi con i missili Javelin di costruzione USA: distrutti 15 carri russi. Parte della regione di Kherson, in posizione strategica sopra la Crimea, è ormai sotto il controllo della Russia. il sindaco di Kiev ha proclamato il coprifuoco in città. Salgono a 22 le vittime del raid aereo russo alla base militare di Odessa di questa mattina.

Il dissenso dell’Europa

Gran parte dell’Europa mostra il proprio dissenso nei confronti delle azioni del governo russo, solidarietà verso il popolo ucraino, proiettando la bandiera ucraina sui maggiori monumenti europei, e concorda con l’aumento delle sanzioni e l’impossibilità di dialogo. Il premier israeliano non condanna l’attacco di Putin. La Croazia invia aiuti umanitari in Ucraina per un valore di 1,2 milioni di euro, mentre la Lituania dichiara lo stato d’emergenza.

La situazione delle borse europee è in grave peggioramento dopo l’avvio di Wall street, che perde l’1,9% con il Dow Jones e l’1,5% con il Nasdaq: la Borsa di Milano vede un calo di circa 5 punti percentuali (Ftse Mib -4,8%), Francoforte sta a -4,4%, Parigi a -4% e Madrid a -3,7%. Intanto il prezzo del gas aumenta del 60%.

Ultime notizie