sabato, 28 Maggio 2022

“Mamma papà 2 calabresi mi hanno rapito”: ma è tutto falso. Denunciato 35enne

Volevo fare come Lapo a New York" avrebbe poi detto il 35enne una volta scoperto. Insieme ai due complici è stato denunciato.

Da non perdere

“Se volete rivedere vostro figlio intero dovete pagare”. Parole terribili, che nessun genitore vorrebbe mai sentire, soprattutto se poi dovesse venire fuori che si tratta di una finzione.  Un 35enne di Seregno e i due finti complici sono stati denunciati dai Carabinieri per simulazione del reato di rapimento. Il 35enne infatti aveva messo in scena, insieme all’aiuto di due amici, il suo finto rapimento da parte di due personaggi “pericolosi”, a cui i suoi genitori avrebbero dovuto pagare un riscatto da 1500 euro per saldare un debito di droga. “Mamma, papà, aiutatemi, due calabresi mi hanno preso in ostaggio, vogliono i soldi”. Queste le parole usate dall’uomo per spaventare i genitori, entrambi sessantenni, i quali si sono subito rivolti ai Carabinieri pensando che il figlio, tossicodipendente, avesse un debito non saldato.

Così, con l’aiuto dei militari, i genitori hanno organizzato lo scambio di denaro e ieri sera, 21 febbraio, si è messa in atto l’operazione. Seguendo i due sessantenni in abiti civili, i Carabinieri hanno visto il figlio per strada, mentre camminava tranquillamente da solo. Una volta fermato, gli hanno chiesto dove fossero i suoi rapitori e l’uomo, colto di sorpresa, non ha saputo rispondere. Subito dopo i militari hanno fermato un’auto con a bordo un 38enne di origini partenopee e un 49enne brianzolo, con precedenti di Polizia, e hanno recuperato il cellulare del finto rapito. Tutti e tre sono stati denunciati. “Volevo fare come Lapo a New York” avrebbe poi detto il 35enne alle Forze dell’Ordine, una volta scoperto.

Ultime notizie