domenica, 22 Maggio 2022

Ucraina, primo treno di rifugiati dal Donbass in arrivo in Russia. Biden: “Diplomazia ancora possibile”

Mille persone stanno fuggendo mentre altre 6mila sono negli alloggi organizzati dalla Russia. I leader separatisti invitano alle armi, mentre Biden prevede un attacco della Russia a Kiev nei prossimi giorni.

Da non perdere

Il primo treno di rifugiati dal Donbass è in arrivo verso la Russia. Si tratta di circa mille persone, che scappano dalle repubbliche separatiste. Infatti, il leader di Donetsk Pushilin ha scritto su Telegram il suo invito alle armi. “Faccio appello a tutti gli uomini della repubblica in grado di imbracciare un’arma a difendere le loro famiglie, i loro bambini, le loro mogli, le loro madri” si legge. Anche il leader dell’autoproclamata Repubblica di Luhansk ha annunciato una mobilitazione generale.

Donbass, la situazione dei profughi

La situazione spinge tantissime persone a scappare il prima possibile e con ogni mezzo. Infatti, gli attacchi stanno aumentando e l’OSCE ha evidenziato un aumento importante delle violazioni del cessate il fuoco. Le segnalazioni riguardano 648 violazioni, di cui 519 esplosioni a Luhansk. A Donetsk la situazione non è migliore: 222 violazioni, di cui 135 esplosioni. L’Organizzazione vede “la retorica sempre più ostile e incendiaria che abbiamo sentito di recente mina gli sforzi per promuovere pace, stabilità e sicurezza e aumenta il rischio di nuovi scontri ed escalation. Deve finire”.

Putin ha annunciato un rimborso una tantum di circa 119 euro per ogni profugo che ora sta scappando dalle zone bombardate. In più, sarebbero stati predisposti degli alloggi fuori dall’area. In particolare, attualmente il trasferimento riguarderebbe 6mila persone, di cui 2.400 bambini. Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky sarà alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco. Sembra che la Russia non sia stata invitata.

Biden: diplomazia ancora possibile

“La Russia può ancora scegliere la diplomazia. Non è troppo tardi per una de-escalation e per tornare al tavolo negoziale. La diplomazia è sempre una possibilità”. Così il presidente americano Joe Biden a conclusione della videoconferenza. Secondo gli Stati Uniti, il leader russo starebbe progettando un attacco alla capitale dell’Ucraina Kiev, una città abitata da 2,8 milioni di cittadini innocenti. Biden evidenzia anche come Stati Uniti e alleati sono uniti. Infine, commenta i punti diversi di vedere l’escalation tra Russia e l’Ucraina. ” Sfida il buonsenso credere che l’Ucraina scelga questo momento con 150mila soldati al confine per una escalation”.

Ultime notizie