mercoledì, 18 Maggio 2022

Non solo cattiva scuola: al Bonomi Mazzolari di Mantova 15 giorni di workshop alternativi

Workshop di meditazione, Festival del Cinema, tornei di pallavolo e corsi di Office. Il Bonomi Mazzolari di Mantova in controtendenza con il periodo nero della scuola italiana si rilancia come modello positivo di formazione.

Da non perdere

  • Dopo i recenti episodi di molestie, maltrattamenti e persino decessi durante l’alternanza scuola-lavoro, per questo contestatissima dai ragazzi e finita “sul banco degli imputati”, la scuola italiana al momento non sta certo vivendo uno dei suoi periodi migliori. Questi episodi vergognosi, seppur isolati ma di grande risonanza sociale, non devono però far dimenticare che invece c’è ancora chi crede nel potere educativo e formativo della scuola. Tra questi ultimi c’è l’Istituto Superiore Bonomi Mazzolari di Mantova che ha da poco terminato l’iniziativa chiamata Empowement Weeks, due settimane di workshop pensati appositamente per migliorare le hard e soft skills degli studenti.

Durante i 15 giorni di laboratori, sono stati oltre 300 gli studenti che hanno partecipato alle più diverse attività, promosse dal Dirigente Scolastico Roberto Capuzzo, come il corso di respirazione “Io respiro, tu respiri. Rilassarsi con il respiro” della Professoressa Tessadri o il percorso dal nome “Io ascolto le mie emozioni. E tu?” orientato a conoscere sé stessi e con l’obiettivo di stimolare a riflettere sulle emozioni, a cura della Professoressa Buratti. A queste attività più meditative se ne sono aggiunte altre orientate a migliorare le competenze nelle lingue straniere, come il Festival del Cinema in lingua originale, organizzato dalle docenti di lingue dell’Istituto, durante il quale gli studenti hanno assistito alle proiezioni di film in lingua inglese, francese, tedesco e spagnolo e “Found Poems – Enlighten words“, un breve percorso di English creative writing, a cura della Professoressa Maura Geraldine Protopapa.

E se come scriveva Giovenale, “mens sana in corpore sano”, non è poi mancato lo sport, con il torneo di pallavolo e di palla tamburello organizzato dai Professori Filomena Ricciardelli, Giuseppe Abate, Mauro D’Ermo e Domenico Villano. Infine non sono mancati i laboratori più tecnici dedicati all’utilizzo di Office, Drive e Classroom a cura della Professoressa Rita Tomaselli.

Un esempio virtuoso di come la scuola può essere e deve essere ancora, come ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, “il luogo in cui si contribuisce, a far crescere la personalità degli studenti, a radicare i loro valori, a definire e consolidare le loro speranze, a mettere alla prova intelligenza, socialità, creatività. Il luogo dove vi si prepara il domani della nostra civiltà e della nostra democrazia, il luogo dove si costruisce il il futuro”.

 

Ultime notizie