mercoledì, 18 Maggio 2022

Milano, incendio in appartamento: morta carbonizzata accumulatrice seriale

L'incendio sarebbe divampato a causa di un banale incidente domestico, per poi venire alimentato da cumuli di materiale presenti in ogni angolo dell'appartamento. Il Pubblico ministero ha disposto che la salma venga affidata all'autorità sanitaria.

Da non perdere

Una donna è stata trovata carbonizzata e senza vita nella mattinata di oggi, venerdì 18 febbraio, nella sua abitazione in via Massimiano, al civico 21, nel quartiere Lambrate di Milano. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco che hanno cercato di domare le fiamme. L’impresa non è stata affatto facile poiché il rogo è stato alimentato dall’enorme quantità di oggetti presenti nell’abitazione della donna. I pompieri hanno potuto così constatare che si trattasse di un’accumulatrice seriale.

I residenti della zona hanno chiamato i pompieri verso le 10 per segnalare la presenza di fumo proveniente dal condominio in cui viveva l’anziana signora. La Polizia, allertata dai Vigili del fuoco, si è precipitata sul luogo della vicenda per effettuare i primi rilievi. Secondo le prime ricostruzioni l’incendio sarebbe divampato a causa di un banale incidente domestico, per poi venire alimentato da cumuli di materiale presenti in ogni angolo dell’appartamento. Il Pubblico ministero ha disposto che la salma venga affidata all’autorità sanitaria. La Polizia Scientifica sta verificando le dinamiche e le cause della tragica vicenda.

Ultime notizie