domenica, 29 Maggio 2022

Incendio su traghetto tra Grecia e Italia, Grimaldi: non individuate 13 persone, nessun italiano

Sarebbero ancora 13 i dispersi dopo l'incendio avvenuto questa notte su un traghetto in viaggio tra Grecia e Italia.

Da non perdere

Nel balletto pomeridiano delle cifre sulle persone non individuate, l’unica cosa certa è che, contrariamente a quanto si pensava in un primo momento, non tutti i passeggeri del traghetto che ha subìto un incendio nella scorsa notte tra Grecia e Italia sono stati ritrovati. Infatti, secondo la compagnia di bandiera Grimaldi Lines, sarebbero ancora 13 le persone non identificate, diversamente da quanto affermato dall’autorità del porto di Corfù che parlava di11 persone.

L’incendio è avvenuto a 9 miglia dalla costa, nell’area di ricerca e soccorso greca. Non risulterebbero sversamenti di combustibile al momento. La Guardia Costiera greca aveva contattato il Comando generale delle capitanerie di porto a Roma per coordinare le azioni di soccorso. Così, oltre alle vedette greche, era intervenuta anche un’unità della Guardia di Finanza.

Al momento della partenza, il traghetto aveva a bordo 237 passeggeri e 51 membri di equipaggio. La compagnia aveva dichiarato in una nota che a seguito di un controllo dei passeggeri e membri dell’equipaggio evacuati a Corfù, mancherebbero all’appello 14 persone. Di queste, cinque passeggeri sono stati, nel frattempo, rintracciati a bordo e sono subito scattate le operazioni di recupero ed evacuazione con ogni mezzo disponibile in loco. 

Tutti i passeggeri italiani in lista sono stati evacuati e sono in buone condizioni. Al momento, si trovano a Corfù, con il coordinamento del Console onorario. In tutto, sono 64 gli italiani, come ha spiegato l’ambasciatrice d’Italia ad Atene, Patrizia Falcinelli. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha telefonato al Comandante generale della Guardia di Finanza per ringraziare il corpo per il suo intervento.

Ultime notizie