domenica, 29 Maggio 2022

È morto Ian McDonald, fondatore dei King Crimson

All'età di 75 muore a New York un grande polistrumentista, nei King Krimson prima e nei Foreigner dopo è stato un punto di riferimento per molti musicisti.

Da non perdere

A dare la triste notizia è stato il figlio Max attraverso un comunicato pubblicato sui social, la scomparsa a 75 anni di Ian McDonald, fondatore dei King Crimson e poi dei Foreigners. Il grande musicista è morto il 9 febbraio a New York a causa di un cancro.

“Era incredibilmente coraggioso e non ha mai perso la sua gentilezza o il suo senso dell’umorismo anche quando le cose erano difficili, mio padre era un musicista brillante e intuitivo, un’anima gentile e un padre meraviglioso. Vivrà per sempre attraverso la sua bellissima musica e l’amore dei suoi fan”

Ian è nato a Osterley, in Inghilterra, nel 1946, è stato un grande polistrumentista e cantautore, nello storico ed epocale gruppo dei King Crimson ha suonato come sassofonista e tastierista. Ha anche collaborato alle composizioni dell’album di debutto della band del 1969, “In The Court of the Crimson King”.

L’etichetta della band, la Discipline Global Mobile, ha commentato così: “Il contributo di Ian ai King Crimson è stato inestimabile e profondo”, anche se per dei dissapori con il grande musicista nonché co-fondatore del gruppo, Robert Fripp, si allontanò dal gruppo fondando la band anglo-americana dei “Foreigner” con il chitarrista e cantautore Mick Jones, suonando una serie di strumenti e anche cantando.

Di recente ricordiamo la sua partecipazione con la “21st Century Schizoid Band”, composta da ex alunni dei King Crimson. Nel 2017 aveva formato un altro gruppo, “Honey West”, in cui suona, al basso, anche suo figlio.

Ultime notizie