sabato, 21 Maggio 2022

Palermo, bimbo di 18 mesi ricoverato per overdose: allarme droga tra i piccolissimi

Registrati a Palermo almeno una decina di casi di bambini ricoverati per aver assunto droga. L'ultimo ha visto protagonista suo malgrado un bimbo di un anno e mezzo.

Da non perdere

Ieri 10 febbraio, all’ospedale Di Cristina nel capoluogo siciliano, è arrivato un bambino di appena 18 mesi in overdose. Le analisi hanno confermato l’assunzione di cannabinoidi. Al momento, il piccolo, è fuori pericolo ed è ricoverato nel reparto malattie infettive perché risultato positivo al Covid. Quanto accaduto non è però un caso isolato: il 26 gennaio un’altra bambina è stata accompagnata in Ospedale perché aveva assunto “accidentalmente” dell’hashish. La Procura indaga su altre decine di casi, per 7 è già partita una richiesta di affidamento alle comunità.

Per quanto riguarda il piccolo di un anno e mezzo, i genitori, hanno detto di non sapere nulla della droga: “Avrà toccato qualcosa per terra, in strada” oppure “Qualcosa sarà rimasto attaccato alla scarpetta”. A Palermo, soprattutto in periferia, il problema della droga sta diventando insostenibile. I genitori di questi bambini maneggiano ed assumono droghe con poche precauzioni e questo succede perché “quando sei nella rete della dipendenza, il mondo circostante perde significato, non lo governi più”, secondo le parole dell’assessora alle Attività sociali del Comune di Palermo, Cinzia Mantegna, che cerca di dare una risposta generica, in attesa di approfondire gli eventi, analizzando l’aspetto sociale in cui questi bambini sono immersi.

Ultime notizie