sabato, 28 Maggio 2022

Caserta, bimbi umiliati e maltrattati a scuola: tre maestre ai domiciliari

Al centro delle indagini tre insegnanti della scuola paritaria "Piccole Pesti". Lunedì 14 febbraio le tre indagate dovranno rispondere delle accuse di fronte al gip.

Da non perdere

Venivano imboccati con forza, strattonati, picchiati, derisi, messi in punizione con le manine sulla testa in un angolo dell’aula oppure presi per i capelli e spostati con forza in un altro punto dell’aula, venivano buttati giù dalle brandine durante il riposo pomeridiano se facevano i capricci, non venivano cambiati e lasciati ‘sporchi’ per ore“. È il racconto raccapricciante riportato dai genitori di un’alunna della scuola paritaria “Piccole Pesti”, sita tra Casapulla e San Prisco, nel Casertano. A quanto pare, le violenze nei confronti dei bambini avrebbero preso avvio già dal mese di ottobre 2021, ma solo a partire dal mese successivo gli episodi si sarebbero moltiplicati, fin alle indagini da parte delle Procura della Repubblica.

Al centro delle indagini 3 insegnanti che, grazie ai filmati delle telecamere, intercettazioni telefoniche e ambientali sarebbero state prontamente rintracciate. Lunedì prossimo, 14 febbraio, le tre indagate dovranno rispondere di quanto loro contestato di fronte al gip, coadiuvate dai loro legali. Al momento per le tre donne è stato emessa la misura cautelare degli arresti domiciliari da parte del Giudice responsabile delle indagini preliminari, Alessandra Grammatica, operante nel Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Ultime notizie