sabato, 28 Maggio 2022

Terremoto in Emilia, nessun danno ma tanta paura

Scosse di terremoto con epicentro nella provincia di Reggio Emilia avvertite anche a Modena e Parma. Non trovano riscontro le voci che parlano di persone scese in strada.

Da non perdere

Alcune scosse di terremoto sono state registrate nel giro di tre ore circa. La prima, alle 19:55, di magnitudo 4.0, ad una profondità di sette chilometri con epicentro a Bagnolo in Piano, piccolo comune di diecimila anime nella provincia di Reggio Emilia. Scossa breve ma intensa, avvertita a Reggio, Modena e nel Parmense.

La seconda scossa è stata registrata alle 21, con epicentro a Correggio, nella provincia di Reggio Emilia, ad una profondità di sei metri e di magnitudo 4.3. Questa scossa è stata avvertita anche nella provincia di Parma. Poco dopo, alle 21.14, una terza scossa sempre con epicentro a Correggio ma in questo caso più debole delle prime due, di magnitudo 2.6 ed avvertita anche nelle zone di confine con Lombardia e Veneto.

Da fonti sul posto a Reggio Emilia, non sembrerebbero vere le voci secondo cui la gente si sarebbe riversata per strada per la paura di restare in casa. Le stesse fonti ci fanno sapere che la situazione in strada pare essere quella di una sera invernale qualsiasi nel capoluogo di provincia emiliano.

La Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini e il Dipartimento della Protezione Civile su twitter dichiarano ufficialmente di non aver rilevato danni a cose e persone per il momento. Lo stesso Bonaccini si è recato personalmente al Centro operativo di Marzaglia (Mo), gli assessori regionali Priolo e Mammi rispettivamente ai Centri operativi di Bologna e di Reggio Emilia.

Ultime notizie