domenica, 29 Maggio 2022

L’Iran presenta nuovo missile balistico: “Può essere usato contro Stati Uniti e Israele”

Più leggero dei missili dello stesso tipo e con una gittata di 1.450 km, potrebbe diventare la nuova frontiera della guerra dell'Iran contro USA e Israele.

Da non perdere

Un nuovo missile balistico è stato presentato oggi a Teheran, chiamato “Kheibarshekan”, con una gittata di 1.450 km e di produzione locale, che potrebbe portare a una nuova dimensione i conflitti armati. “L’arma strategica è un missile a lunga gittata di terza generazione, sviluppato dai corpi delle Guardie delle Rivoluzione iraniana, alimentato con combustibile solido e in grado di penetrare barriere missilistiche con alta manovrabilità”. Queste le parole dell’agenzia Tasnim, vicina ai pasdaran, per fornire maggiori dettagli riguardo il missile svelato oggi nel corso di un incontro con il capo di Stato Maggiore dell’Esercito iraniano, Mohammad Hossein Bagheri, presso una base aerea delle Guardie della Rivoluzione.

Questo vettore è più leggero e può contare su un tempo di preparazione per il lancio minore di 1/6 rispetto a razzi dello stesso genere. Il capo di Stato Maggiore dell’Esercito ha affermato che quest’arma potrebbe essere adoperata contro USA e Israele. In concomitanza con le dichiarazioni di Bagheri, a Vienna è ricominciata la trattativa tra Russia, Iran, Gran Bretagna, Francia, Germania e Cina per riproporre l’accordo nucleare del 2015, durante la quale sono state riferite preoccupazioni riguardo questo nuovo missile iraniano.

Ultime notizie