sabato, 28 Maggio 2022

Vento forte scoperchia la Stazione Centrale di Milano. A Rho due feriti travolti da un albero

Raffiche di vento a 90km/h a Milano hanno provocato ingenti danni a cose e persone. Si è praticamente scoperchiata parte del tetto della Stazione Centrale e 2 persone a Rho sono state travolte da un albero e risultano ferite.

Da non perdere

Su Milano e dintorni si stanno abbattendo da stamattina 7 febbraio raffiche di vento ad una velocità di 90 chilometri orari. Le difficili condizioni climatiche hanno provocato ingenti danni a cose e persone. Si è praticamente scoperchiata parte del tetto della Stazione Centrale e due persone a Rho sono state travolte da un albero e risultano ferite.

Per quanto riguarda la struttura ferroviaria, le coperture che sono state divelte dal vento sono quelle che rivestono il corpo centrale della stazione e i pannelli sulla galleria di sinistra. I tecnici della Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) sono sul posto per verificare l’entità del danno e capire. Gli operatori hanno predisposto percorsi alternativi di entrata ed uscita per permettere ai passeggeri di poter transitare in sicurezza. I disagi hanno coinvolto i binari e proseguono anche in Piazza Duca d’Aosta, dinanzi stazione. Gli operatori del Rfi hanno fatto sapere che per ora sono sospese le corse tra le stazioni milanesi di Rogoredo, Lambrate e Centrale in direzione “per un inconveniente tecnico alla linea”.

L’albero che è crollato a Rho ha travolto e ferito un uomo e una donna. L’uomo di 64 anni è stato soccorso dal 118 e trasportato d’urgenza all’Ospedale Niguarda in codice rosso. Secondo le prime ricostruzioni sembrerebbe che entrambi si trovassero a piedi in piazza della Libertà, dove poi si è verificato il crollo dell’albero. Il 64enne ha riportato uno schiacciamento addominale, alle gambe e a una spalla, mentre la donna, 66enne, sembrerebbe abbia solo leggeri traumi alla schiena e al ginocchio. Quest’ultima è stata trasportata presso il pronto soccorso di Rho in codice verde per lievi contusioni.

Il vento non ha risparmiato le bandiere dell’Italia, della Lombardia e dell’Unione europea poste sull’ingresso del Consiglio regionale in via Filzi. Quest’ultimo è stato per ovvi motivi transennato. Il Comune di Milano “invita la popolazione a non utilizzare le aree alberate non recintate per l’intera giornata“, chiudendo l’accesso ai parchi pubblici. “Raccomandato evitare gli spostamenti se non necessari e, nel caso di utilizzo del mezzo privato, evitare i viali alberati e la prossimità a ponteggi edili. I condomini privati sono chiamati ad informare i propri condomini per evitare cadute di materiali dai balconi”. Sono state chiuse inoltre le vie d’accesso al Castello Sforzesco e il cortile del Palazzo Reale, tipici luoghi di passeggio della città meneghina.

Ultime notizie