sabato, 28 Maggio 2022

Terremoto nei 5Stelle, Tribunale di Napoli sospende la modifica del regolamento: Conte non è più leader

Il tribunale di Napoli ha sospeso le due delibere, del 3 e del 5 agosto 2021, che hanno modificato lo statuto del M5S e permesso a Conte la sua ascesa quale leader del movimento.

Da non perdere

I giudici del Tribunale di Napoli hanno sospeso le due delibere grazie alle quali, nell’agosto 2021, il Movimento 5 Stelle ha modificato lo statuto e nominato l’ex premier Giuseppe Conte come presidente del partito pentastellato. “Inutile negare la nostra soddisfazione. Giuseppe Conte, la scorsa estate, dedicò solo due parole alle domande che gli venivano rivolte sul nostro ricorso, disse “Facciano pure”. Bene, abbiamo fatto”. Queste le parole di Lorenzo Borré l’avvocato che oggi, 7 febbraio, è riuscito ad ottenere la vittoria di tutti i dissidenti del nuovo corso M5S. Un’altra notizia che va a destabilizzare un partito le cui frammentazioni hanno riflesso la propria luce negli schieramenti che si sono formati durante le elezioni quirinalizie.

Uno vale uno, ma non per tutti

“Se a un Movimento togli il principio della partecipazione democratica e l’assunto dell’uno vale uno declinato nell’applicazione più ampia e nobile della politica, è come se colpissi al cuore la sua identità”, spiega ancora Borré. I provvedimenti sono stati sospesi in via cautelare per la sussistenza di “gravi vizi nel processo decisionale”.

Ultime notizie