sabato, 28 Maggio 2022

Femminicidio nell’Oristanese, il marito confessa alla Gip: ancora da chiarire il movente

Il 53enne avrebbe confessato dopo due ore di interrogatorio davanti al giudice per le indagini preliminari. L'uomo è ora in carcere.

Da non perdere

La giudice per le indagini preliminari Silvia Palmas ha convalidato l’arresto per il 53enne accusato di aver ucciso la moglie a martellate a Zeddiani, in provincia di Oristano. Giorgio Meneghel l’avrebbe ammazzata mentre dormiva. I due erano separati, ma vivevano nello stesso palazzo. L’interrogatorio è iniziato alle 13.15 e si è concluso circa due ore dopo. Oltre alla Gip erano presenti il Pubblico Ministero Sara Ghiani e l’avvocato difensore Irene Gana. L’uomo ha fornito alla giudice la stessa versione data ai Carabinieri per telefono. nell’immediatezza dei fatti, e al Pm. Per gli inquirenti non è ancora sciolto il nodo del movente. L’agricoltore avrebbe reso noti problemi economici e di salute per lui e la moglie. La situazione sarebbe diventata insostenibile per via delle difficoltà. Nonostante la separazione, il 53enne ha dichiarato che non c’erano problemi di nessun genere tra loro.

Ultime notizie