sabato, 28 Maggio 2022

Ucraina, l’annuncio di Erdogan: Zelensky pronto ad incontrare Putin in Turchia

Le tensioni al confine russo-ucraino attraggono nuovi protagonisti. A promettere una risoluzione della crisi ci pensa Erdogan che annuncia un incontro in Turchia tra Zelensky e Putin.

Da non perdere

Stiamo provando a fissare una data. Ci teniamo ad organizzare questo incontro per riunire Putin e Zelensky. Il nostro accordo con l’Ucraina va in questa direzione. Credo che si arriverà a nuovi accordi tra le parti. Almeno è quello che spero“. Queste le parole del premier turco intercettate dall’agenzia di stampa del paese Anadolu. Erdogan non si è poi fatto sfuggire la stoccata nei confronti dei paesi occidentali che “non ha aiutato a risolvere il conflitto”. Le dinamiche geopolitiche appartengono a dinamiche e scelte spesso imprevedibili. Dopo la chiamata di Draghi a Putin e le mediazioni sui due fronti da parte di Macron, si fa largo nella vicenda una figura a primo impatto insospettabile, Recep Tayyip Erdogan. Il presidente turco ha affermato che il presidente ucraino Vladimir Zelensky ha accettato di incontrare il leader russo Vladimir Putin in Turchia.

Erdogan (fonte twitter)

Erdogan: “Stiamo fissando una data per l’incontro Zelensky-Putin”

In queste situazioni, ovviamente, nulla si fa per pura nobiltà d’animo. L’interesse di Ankara è di natura commerciale come conferma l’incontro a Kiev del 3 febbraio nel quale i due premier hanno raggiunto l’intesa su una zona di libero scambio tra i due Paesi. Inoltre, da un lato sarà ampliata la produzione di velivoli senza pilota della società turca Baikar, con sede in Ucraina. Infine, la Turchia rafforzerà anche la sua presenza diplomatica in Ucraina aprendo due consolati generali. Una stretta di mano forte che colloca anche Erdogan a difesa dell’Ucraina, sottolineando ancora una volta l’invariabilità della posizione della Turchia sul sostegno alla sovranità statale e all’integrità territoriale dell’Ucraina, “compresa la Crimea”. Dalle parole di Zelensky, l’incontro è stato positivo, ma il primo ministro ucraino non ha ancora accettato di voler incontrare Vladimir Putin che nel frattempo è stato ricevuto da Xi JinPing a Pechino.

Europa senza leadership

L’occasione colta dalla Turchia nello stringere un patto con un paese protetto da parte della NATO e quindi da Europa e Stati Uniti, su tutti, è indicativo di un’Unione Europea che sul fronte delle relazioni internazionali gioca ancora un ruolo minore. Come ribadito anche da Erdogan “in Europa ora c’è un serio problema con la risoluzione di questo problema, c’è un serio problema con la leadership”. Dichiarazioni atte a destabilizzare una situazione già delicata ma che al loro interno mantiene una verità di fondo.

Ultime notizie