domenica, 29 Maggio 2022

Serie A, il derby di Milano infiamma la 24esima giornata: Vlahovic verso il debutto con la Juventus. Napoli di scena a Venezia

Il tanto atteso derby al vertice tra Inter e Milan impreziosisce la 24esima giornata di serie A mentre il Napoli sarà impegnato al Penzo contro il Venezia. Il turno si chiude lunedì con la sfida salvezza tra Salernitana e Spezia.

Da non perdere

Terminata la sosta per le nazionali, utile al ct Mancini per individuare le giuste strategie in vista degli spareggi mondiali, è di nuovo tempo di campionato. La 24esima giornata di serie A si preannuncia scoppiettante: il piatto forte è il derby al vertice tra Inter e Milan ma c’è curiosità nel vedere all’opera i nuovi acquisti del mercato di gennaio.

Si parte sabato alle 15:00, orario in cui la Roma cerca una continuità finora sconosciuta per poter concludere al meglio la stagione; le due vittorie consecutive contro Empoli e Cagliari e i nuovi innesti di qualità come Sergio Oliveira e Maitland-Niles, però, lasciano ben sperare Mourinho che recupererà anche Pellegrini, fermato da un problema muscolare ad inizio gennaio. Di fronte troverà un Genoa rivoluzionato sia negli uomini che nella guida tecnica alla ricerca disperata di punti salvezza.

Alle 18:00 a San Siro va in scena il match più atteso di giornata. Dopo il pareggio dell’andata, Inter e Milan si scontrano in un derby che potrebbe dire molto in ottica scudetto. In caso di vittoria, i nerazzurri si porterebbero a sette punti di distacco con una partita in meno dando vita ad una prima fuga; all’opposto i giochi sarebbero ancora più aperti. Pioli rinuncerà all’esperienza di Zlatan Ibrahimovic, alle prese con un fastidio al tendine di Achille, mentre Inzaghi dovrà valutare le condizioni di Lautaro e Sanchez, rientrati da poco dal Sudamerica, ma potrà contare sull’apporto di Felipe Caicedo, sua vecchia conoscenza dai tempi della Lazio, e sperare che Calhanoglu ripeta la prestazione del match d’andata.

Alle 20:45 la Fiorentina ospita la Lazio, Italiano sfida Sarri per decidere quale delle due squadre, appollaiate a pari punti, contenderà alla Roma il posto in Conference League. I viola, reduci dal pareggio in rimonta contro il Cagliari e orfani di Vlahovic, potranno contare sui nuovi acquisti Piatek e Cabral che cercheranno di non far rimpiangere l’attaccante serbo mentre i biancocelesti puntano a proseguire la striscia positiva dopo la vittoria contro la Salernitana e il pareggio a reti bianche con l’Atalanta.

Nel lunch match di domenica si affronteranno Atalanta e Cagliari. Gasperini recupera uomini importanti ma deve fare ancora a meno di Duvan Zapata; il recupero graduale dell’attaccante colombiano potrebbe regalare una chance di debutto a Boga e Mihaila, innesti arrivati nel mercato di gennaio e che saranno fondamentali per aiutare la Dea a difendere il quarto posto che vuol dire Champions League. È positivo il momento del Cagliari che nelle ultime quattro partite ha collezionato due vittorie contro Sampdoria e Bologna e un pareggio con la Fiorentina perdendo solo all’Olimpico contro la Roma.

Alle 15:00 si giocano tre partite. Al Dall’Ara, il Bologna vuole riscattare la sconfitta del Bentegodi contro il Verona e per farlo affronterà un Empoli in fase calante che nel mese di gennaio non ha mai vinto ottenendo due pareggi e due sconfitte. La Sampdoria del nuovo allenatore Giampaolo e dei nuovi acquisti tra cui Sensi, Magnani e Conti deve rialzare la testa e allontanarsi definitivamente dalla zona retrocessione; a renderle la missione complicata ci sarà il Sassuolo del golden trio tutto italiano Scamacca, Raspadori e Berardi. Al Penzo di Venezia, il Napoli, invece, proverà ad approfittare del derby della Madonnina per mangiare punti importanti alle milanesi. Spalletti deve fare a meno di Lozano, infortunatosi alla spalla nel match con il suo Messico, ma potrà tornare a schierare Oshimen e troverà di fronte una squadra ostica che in casa ha fermato la Juve e che, a San Siro, ha bloccato l’Inter sul pareggio per 89 minuti.

Alle 18:00, il Torino di Juric sarà impegnato sul campo dell’Udinese per continuare a stupire. Dopo le vittorie contro Fiorentina e Sampdoria e il pareggio interno contro il Sassuolo, i granata, che ormai hanno assimilato i dettami tattici del loro allenatore, non vogliono fermarsi neanche al cospetto della squadra di Cioffi, il cui rendimento è calato nelle ultime settimane.

Alle 20:45 una Juventus rinnovata dal calciomercato ospita il Verona di Tudor, l’anno scorso membro dello staff di Andrea Pirlo sulla panchina della Vecchia Signora. Allegri sembra intenzionato a schierare subito i nuovi acquisti: Vlahovic proverà a ravvivare un reparto offensivo poco prolifico mentre Zakaria è l’uomo scelto per dare ordine al centrocampo. I gialloblù, invece, sperano di poter ripetere il risultato dell’andata quando si imposero per 2 a 1 grazie ad una doppietta di Simeone, questa volta assente per squalifica.

La 24esima giornata si chiude lunedì alle 20:45 con il match tra Salernitana e Spezia. I granata si sono rinforzati molto sul mercato per provare a centrare una miracolosa salvezza: gli innesti di Verdi, Perotti e Fazio, uniti ala classe e alla qualità di Ribery, aggiungeranno alla squadra esperienza ed imprevedibilità. Dall’altra parte, però, troveranno uno Spezia in grande stato di forma reduce dalla vittoria di misura nel derby ligure contro la Sampdoria e dalla clamorosa impresa di San Siro contro il Milan.

Ultime notizie