domenica, 29 Maggio 2022

Femminicidio nel Napoletano, preso il padrone di casa: 31enne confessa ma nega le violenze

Era in stato confusionale nei pressi dell’ospedale San Paolo. Dopo lo stato di fermo ha confessato l’omicidio, ma negato le violenze.

Da non perdere

Si ferma a Fuorigrotta (Na), la caccia all’uomo del presunto femminicida. L’uomo è Elpidio D’Ambra, di 31 anni, proprietario dell’appartamento in Via Risorgimento dove è stata trovata senza vita la 23enne Rosa Alfieri. Il giovane è stato irreperibile fino a metà pomeriggio del 2 febbraio. È stato trovato in stato confusionale nei pressi dell’ospedale San Paolo, dove chiedeva di essere soccorso dopo aver trascorso una notte difficile; pare fosse assiderato a causa delle ore passate al freddo in cui si è dato per disperso. È stato riconosciuto, grazie alle foto segnaletiche, dal personale della volante del Commissariato Bagnoli della Polizia di Stato, sono intervenuti anche i Carabinieri e gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Napoli. Il giovane, dopo lo stato di fermo, ha dichiarato di aver commesso l’omicidio, ma ha negato le violenze.

Ultime notizie