sabato, 28 Maggio 2022

Marò, gip di Roma archivia le indagini: cadono le accuse sull’omicidio dei pescatori indiani

Il gip di Roma ha archiviato l'indagine sul caso Marò, i due fucilieri della Marina accusati dell'omicidio di due pescatori indiani nel 2012

Da non perdere

L’indagine sui marò è stata archiviata dal gip di Roma: Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, fucilieri della Marina, erano accusati dell’omicidio di due pescatori indiani risalente al febbraio del 2012 e consumatosi nell’India sudoccidentale, nei pressi delle coste del Kerala. Già lo scorso 9 dicembre, l’ex procuratore Michele Prestipino e il sostituto Erminio Amelio avevano richiesta al giudice di far cadere le accuse in quanto non ci sarebbero stati gli elementi di prova necessari per mettere in piedi un processo.

“Sono soddisfatto ma anche curioso di leggere il decreto con cui il gip ha archiviato questa indagine. Mi auguro che restituisca giustizia e verità per Massimiliano Latorre dopo 12 lunghissimi anni”, ha affermato Fabio Anselmo, avvocato di Latorre. Fabio Federico e Michele Cinquepalmi, avvocati dell’altro fuciliere della Marina, hanno dichiarato: “È stato un autentico calvario, sopportato da Salvatore Girone con dignità e fierezza che hanno reso onore all’Italia intera: alla fine dopo quasi 10 anni, la verità ha prevalso”.

“Ciò significa che non c’era nulla alla base delle accuse nei loro confronti – proseguono i difensori – e, dopo che lo aveva riconosciuto la procura di Roma, lo ha definitivamente decretato anche il giudice per le indagini preliminari. Per Salvatore e per la sua famiglia sono stati anni di pesanti sofferenze e questo è per loro sicuramente un giorno di nascita, anche se nulla potrà cancellare le profonde ferite inferte da una vicenda giudiziaria che – concludono gli avvocati – per molti aspetti, resterà negli annali della storia, non solo dei nostro paese”.

Ultime notizie