giovedì, 19 Maggio 2022

Quirinale, terzo giorno a vuoto per il nuovo Capo dello Stato. “Testa a testa” Mattarella-Crosetto

Come nei giorni precedenti centrodestra e centrosinistra lasciano in bianco la scheda, mentre Fratelli d'Italia vota per Guido Crosetto. Il Pd riunisce i grandi elettori.

Da non perdere

Alla fine del terzo giorno di seduta per l’elezione del Capo dello Stato, il nome del centrosinistra non c’è. I 20 delegati regionali, i così detti grandi elettori, del Pd si riuniscono a scrutinio concluso. Il centrodestra, invece, apre alla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti; Fratelli d’Italia vota per Guido Crosetto, uno dei fondatori del partito, che per un breve lasso di tempo quasi se la gioca testa a testa col Presidente uscente. Nel frattempo Matteo Renzi, al microfono della #maratonamentana, dice che “vanno bene Draghi e Casini. Ma – rileva – chiudiamo entro venerdì”. Su Draghi converge Giuseppe Conte: “Il Movimento dice sì a Draghi, lo ha detto un anno fa e lo rafforza ora perché l’Italia è ancora in ginocchio e ora è il momento più duro”.

La seduta, iniziata alle 11, è finita alle 15:35 con 412 schede bianche. Sergio Mattarella ha ricevuto la maggioranza dei voti, 125; il copione non ha pertanto subito notevoli ritocchi rispetto a lunedì e martedì, nel segreto dell’urna sono state espresse le preferenze più disparate come: Alessandro Barbero, Almirante, Antonio Pappalardo – l’ex leader dei gilè arancioni –, Bersani, Cappato, Cartabia, Casini, Craxi, Crosetto – con 114 voti –, De Donno, Giorgetti, Giuseppe Conte, Maddalena, Marco Tardelli, Marino Bartoletti, Mastella, Rino Formica, Vespa. Giovedì le operazioni di voto partiranno alle 11.

Ultime notizie