mercoledì, 17 Agosto 2022

Covid, Italia prossima al picco di contagi. Sileri: “Verremo tutti in contatto con Omicron”

Il Covid rallenta, e a dirlo sono i numeri, 149.512 i contagi nelle ultime ventiquattro ore rispetto ai 180.426 del giorno precedente.. Il picco sarà seguito da una fase di decrescita della pandemia.

Da non perdere

Il Covid rallenta, e a dirlo sono i numeri. 149.512 i contagi nelle ultime ventiquattro ore rispetto ai 180.426 del giorno precedente. 248, invece, le vittime, a fronte delle 308 di ieri. Nel complesso, i positivi in Italia sono attualmente 2.548.857, di cui 18.719 ricoverati nei reparti ospedalieri. Dati tutto sommato incoraggianti, che hanno spinto l’Oms a dichiarare che il picco nel nostro Paese è vicino, e potrebbe essere raggiunto nell’arco di due o tre settimane, seguito da una fase di decrescita della pandemia.

Ad affermarlo è stato il direttore dell’Oms Europa Hans Kluge, che ha detto: “In Italia e in Grecia siamo ad un passo dal picco di contagi ed è molto probabile che nel resto d’Europa arrivi nell’arco di un paio di settimane. La variante Omicron non si può evitare, e da qui a marzo la maggior parte dei Paesi subirà un elevato stress per quanto riguarda ricoveri e terapie intensive. Tuttavia, con la vaccinazione è molto meno probabile contrarre la malattia in forma grave”.

Sulla stessa falsa riga, le dichiarazioni del sottosegretario alla salute Pierpaolo Sileri: “Omicron raggiungerà tutti, non c’è scampo. Entro la fine dell’anno tutti saremo venuti in contatto con il virus, ma chi è vaccinato sarà molto più protetto e lo contrarrà in forma decisamente più leggera. Le conseguenze su chi non lo è, invece, possono essere molto serie. Anche se si è giovani ed in buona salute”.

Ultime notizie