giovedì, 27 Gennaio 2022

Coppa Italia, la Fiorentina espugna il Maradona ed elimina il Napoli: rimonta del Milan sul Genoa di Schevchenko

Accade di tutto al Maradona dove la Fiorentina elimina il Napoli vincendo 5 a 2 ai supplementari in un match folle in cui ci sono state tre espulsioni. Serve l'extra time anche al Milan per battere 3 a 1 in rimonta il Genoa dell'ex Schevchenko.

Da non perdere

Dopo la qualificazione ai quarti dell’Atalanta, vittoriosa per 2 a 0 sul Venezia, il quadro degli ottavi di finale di Coppa Italia propone due sfide interessanti: al Maradona di Napoli, gli azzurri ospitano la Fiorentina che hanno l’occasione di riscattare la pesante sconfitta subita in campionato dal Torino; il Milan, invece, affronta un Genoa in difficoltà, in un match che potrebbe essere decisivo per la permanenza di Schevchenko sulla panchina rossoblù.

Alle 18:00 emozioni e spettacolo hanno caratterizzato la partita del Maradona tra Napoli e Fiorentina ma alla fine è la squadra di Italiano a spuntarla eliminando i partenopei ai tempi supplementari con un netto 5 a 2 e accedendo ai quarti dove affronterà l’Atalanta. Dopo una prima parte equilibrata, il match si accende al 41′ minuto quando la Fiorentina trova il punto del vantaggio con il suo bomber Dusan Vlahovic: palla in area di Saponara, stop a seguire del serbo che salta Tuanzebe e con il sinistro scarica alle spalle di Ospina. Gli ultimi minuti del primo tempo regalano ancora sorprese perché al 44′ Mertens pareggia i conti con un destro a giro a scavalcare Dragowski e al 47′ i viola rimangono in inferiorità numerica proprio per l’espulsione dell’estremo difensore che placca Elmas lanciato a rete dopo un clamoroso retropassaggio di Venuti. Nella ripresa, però, gli ospiti passano comunque in vantaggio al 58′: punizione dal limite dell’area, Biraghi calcia sulla barriera ma sulla respinta trova un tiro a giro che colpisce il palo prima di terminare in rete. All’84’ viene ristabilita la parità numerica con Ayroldi che espelle Lozano con l’aiuto del Var per un brutto fallo ai danni di Gonzalez; al 93′ i padroni di casa restano in nove per il doppio giallo di Fabian Ruiz ma riescono comunque a trovare il pareggio con Petagna che al 95′ approfitta di una difesa viola disattenta per mettere in rete da due passi. Nei tempi supplementari, però, cade la resistenza della squadra di Spalletti che subisce il terzo goal della partita al 105′: azione corale della Fiorentina, cross di Maleh sul quale Venuti trova la deviazione al volo vincente. Nel secondo tempo gli uomini di Italiano dilagano e al 108′ mettono a segno il 4 a 2 con il primo goal viola del pistolero Piatek e poi è Maleh al 119′ a chiudere definitivamente la pratica, lanciato in profondità da Ikonè.

Alle 21:00, a San Siro il Milan batte il Genoa dell’ex Schevchenko per 3 a 1 in rimonta complicando il futuro dell’ex attaccante rossonero sulla panchna rossoblù. Parte forte la squadra di Pioli che va due volte vicina al goal del vantaggio prima con un’azione personale di Maldini che in area, però, non riesce a concludere a rete grazie all’opposizione della difesa avversaria e poi con Krunic che sugli sviluppi di un calcio d’angolo colpisce la traversa di testa. Al 17′ sorprendentemente passa il Genoa: calcio d’angolo, colpo di testa di Ostigard che elude la marcatura di Theo Hernandez e mette alle spalle di Maignan il vantaggio rossoblù. Allo scadere della prima frazione la squadra di Schevchenko sfiora il raddoppio con Portanova che da due passi conclude incredibilmente fuori. Ritmi più lenti nella ripresa, entra Leao ed è proprio dalla fascia sinistra che si sviluppa il pareggio del Milan: al 74′ frustata di testa di Giroud su cross preciso di Theo Hernandez a ristabilire l’equilibrio. Il parziale di 1 a 1 resiste fino al 90′ e si va ai supplementari dove la squadra di Pioli si rende subito pericolosa con Leao che cerca un colpo da biliardo trovando la pronta respinta di Semper. Ed è proprio l’esterno portoghese a completare la rimonta al 102′ con un tiro-cross che colpisce il palo e poi termina in rete. Nel secondo tempo Saelemaekers cala il tris al 112′ appoggiando facilmente in rete un passaggio di Theo. Vittoria voluta ma sudata per il Milan che ai quarti di finale affronterà la vincente di Lazio-Udinese.

Ultime notizie