giovedì, 27 Gennaio 2022

Mai più dad, Pro Vita lancia la petizione online: “Pesa sui nostri figli. Nelle aule serve il depuratore d’aria”

Per l'associazione provoca danni psico-fisici ai ragazzi: "La prevenzione va fatta attraverso riforme strutturali: eliminazione delle classi pollaio, potenziamento del trasporto pubblico, sistema di ventilazione meccanica per il ricambio dell'aria".

Da non perdere

I bambini e i ragazzi di tutte le regioni sono tornati tra i banchi di scuola dopo lo stop natalizio; un rientro alquanto movimentato per le varie incertezze e paure legati alla pandemia in atto. Resta aperto lo scontro tra i sostenitore della didattica a distanza – Dad, e i fautori di una scuola in presenza. L’associazione Onlus Pro Vita & Famiglia ha lanciato una petizione del dire basta alla Dad, chiedendo l’attivazione della stessa solo per gli studenti che risultino positivi al tampone e che presentino sintomi influenzali.

“La politica non entri nelle scelte della scuola. La prevenzione va fatta attraverso riforme strutturali: eliminazione delle classi pollaio, potenziamento del trasporto pubblico, sistema di ventilazione meccanica per il ricambio dell’aria”, afferma Maria Rachele Ruiu, membro del direttivo della Onlus. “Medici specialisti denunciano l’aumento di fragilità dei ragazzi derivanti anche dall’utilizzo della didattica a distanza, come episodi di ansia e depressione, disturbi psichici e cognitivi. “Bisogna ridare ai nostri figli il diritto allo studio e alla salute mentale e fisica“, conclude la Ruiu. La petizione si può firmare online.

Ultime notizie