giovedì, 20 Gennaio 2022

Processo Open Arms, Salvini: “Siamo su scherzi a parte”

Da non perdere

Matteo Salvini è arrivato a Palermo per la prima udienza del processo Open Arms, rinviato più volte, per cui è imputato di rifiuto di atti d’ufficio e per sequestro di persona, dopo aver impedito alla nave della Ong catalana di attraccare con 147 migranti soccorsi in mare. Il leader della Lega, all’uscita dell’aula bunker del Pagliarelli, a Palermo, ha commentato alla presenza dei cronisti: “Stiamo parlando di una nave spagnola che ha raccolto i migranti in acque libiche, ha gironzolato per quindici giorni nel Mediterraneo, che ha rifiutato di andare in Tunisia, di andare a Malta e in Spagna e ha deciso di venire in Italia infrangendo le leggi e a processo ci va il ministro che ha difeso il suo Paese: siamo veramente su ‘Scherzi a parte’ “.

Non è la prima volta che il leader del Carroccio fa ironia su questo processo, in cui voleva portare in qualità di testi Checco Zalone o Albano.

Salvini ha poi detto ai cronisti: “I numeri dicono che ho dimezzato il numero dei morti e ridotto gli sbarchi. Quindi avrei dovuto essere ringraziato e invece sono processato. Abbiamo salvato vite, arrestato scafisti, spacciatori e delinquenti. Ricordo che a Lampedusa sono sbarcati terroristi che hanno fatto attentati in giro per l’Europa. Quindi penso di avere fatto dignitosamente il mio lavoro di ministro“.

Ultime notizie