mercoledì, 5 Ottobre 2022

Von der Leyen “Omicron dominante entro un mese. Anche questo Natale oscurato dalla pandemia”

Durante la plenaria del Parlamento europeo in vista del Consiglio UE, Ursula von der Leyen è intervenuta riguardo alla risposta dell'UE alla pandemia.

Da non perdere

Durante la plenaria del Parlamento europeo in vista del Consiglio europeo, la Presidente Ursula von der Leyen è intervenuta riguardo la risposta dell’UE alla pandemia.

“Vediamo un numero crescente di persone che si ammalano un carico che si aggrava sugli ospedali e purtroppo un aumento del numero dei morti. È importante essere consapevoli del fatto che questo grande aumento del numero dei contagi è dovuto quasi esclusivamente alla variante Delta. Quello che mi preoccupa è che ora vediamo una nuova variante, Omicron, all’orizzonte, che apparentemente è ancora più contagiosa. I casi sembrano raddoppiare ogni due o tre giorni. Ci dicono che entro metà gennaio dovremmo aspettarci che Omicron sia la variante dominante in Europa”.

Von der Leyen ha affrontato poi la questione vaccini, dichiarando che in Europa finora sono state inoculate 1 miliardo di dosi di vaccini anti-Covid: “Il 66,6% della popolazione europea, ha ricevuto ora due dosi di vaccino, oltre 300 milioni di persone. E 62 milioni di persone hanno ricevuto la terza dose. La scienza ci dice che i dati iniziali su Omicron indicano che la tripla vaccinazione è la migliore protezione contro la nuova variante”.

La priorità dell’ Europa, come afferma la Presidente, ora è “aumentare il numero di persone vaccinate, in tutte le fasce di età, inclusi i bambini. Dobbiamo raggiungere le persone, fissare appuntamenti per la vaccinazione e, in particolare, dobbiamo aiutare i Paesi membri che sono indietro con le vaccinazioni. In alcuni Stati membri, la Commissione ha iniziato a condurre campagne mirate sui social media, per assicurare che le persone abbiano le informazioni necessarie sull’efficacia dei vaccini. Facciamo il possibile per superare lo scetticismo sui vaccini, perché il prezzo che paghiamo per le persone non vaccinate continua a salire”.

La Presidente infine ha lasciato spazio anche alla delicata situazione al confine con la Bielorussia “che dovrebbe essere vista in un contesto più ampio, principalmente nel tentativo deliberato di destabilizzare la sicurezza delle nostre democrazie e di quelle dei nostri vicini”.  Von der Leyen aggiunge: “Abbiamo tutti visto i rapporti sul massiccio accumulo di forze armate russe lungo il confine orientale dell’Ucraina e anche il tentativo di destabilizzare l’Ucraina dall’interno. Voglio riaffermare il nostro incrollabile impegno per la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina, nonché il diritto di qualsiasi Stato sovrano di determinare il proprio futuro”.

Ultime notizie