sabato, 22 Gennaio 2022

Cor Veleno e Tre Allegri Ragazzi Morti insieme per “La gente libera”: in primavera 2022 l’album

“La gente libera” anticipa l’uscita, prevista per la primavera del 2022, di un intero album firmato da Cor Veleno e Tre Allegri Ragazzi Morti ed è uno dei primi brani scritti per il disco.

Da non perdere

In radio da venerdì 10 dicembre, per La Tempesta Dischi e Artist First,  “La gente libera”, il primo brano del nuovo progetto musicale nato dall’incontro tra Cor Veleno e Tre Allegri Ragazzi Morti.

“La gente libera” anticipa l’uscita, prevista per la primavera del 2022, di un intero album firmato da Cor Veleno e Tre Allegri Ragazzi Morti ed è uno dei primi brani scritti per il disco.

Le due band si sono frequentate a Roma dal 2019 con l’idea di fare qualcosa insieme. Fra session in studio e scambi in remoto, è avvenuto qualcosa di inaspettato: il crossover musicale e geografico tra due gruppi seminali, uno dell’hip hop e l’altro del rock indipendente, ha prodotto il sound inedito presentato oggi.

Davide Toffolo, dei Tre Allegri Ragazzi Morti, spiega cosi la scrittura del brano: “il ritornello de ‘La gente libera’ nasce in quei giorni romani dove giravo con certi rapper. Alcuni miei conoscenti mi chiesero se davvero sapevo chi stavo frequentando. Ma io frequento e giro solo con persone che mi danno coraggio, con cui mi sento forte, non mi interessa come vestono o da dove vengono, e soprattutto cosa pensano di loro gli altri. La chiave per me è questa. Credo che ogni persona abbia una voglia profonda di sentirsi libero e quindi per me questa canzone è una specie di inno alla libertà. E poi a me di Roma piace il rap”.

Secondo Grandi Numeri, dei Cor Veleno, La gente libera” cambia in base a chi la ascolta: “la musica, quando è libera, riesce a fare questo effetto”. Il rapper continua poi con un paragone letterario: “‘La gente libera’ mi fa pensare a ‘I fiori del male’ di Baudelaire dove i fiori sono l’arte e la musica, quello che noi artisti mettiamo. In tempi come questi, sembra che la musica sia solo un dettaglio, un orpello da aggiungere. Siamo l’ultima categoria presa in considerazione e questo fa male. L’arte produce bellezza contro il degrado della società e quindi la gente libera mi fa pensare a questo come immagine”.

“La gente libera” è stato scelto come primo brano dal nuovo progetto discografico proprio perchè rappresenta l’incontro fra la sensibilità musicale dei Tre Allegri Ragazzi Morti e la sensibilità musicale dei Cor Veleno in un modo molto esplicito. E’ quando le parole si uniscono con la musica che una canzone diventa vera e, come racconta Squarta, che ha prodotto il disco insieme a Gabbo: “Lavorare insieme è stato come se tutti fossimo in uno spazio condiviso, ma ognuno con le proprie caratteristiche ben a fuoco”.

La copertina del singolo è stata realizzata da Davide Toffolo che la racconta con queste parole: “Entrambi abbiamo un simbolo molto forte che ci caratterizza: per i Cor Veleno è la tigre, per i Tre Allegri Ragazzi Morti è la maschera. Per trovare il modo di raccontare il nostro incontro abbiamo subito pensato alla tigre con la maschera, che è un’immagine potente che rinnova entrambe le iconografie dei gruppi. Questa prima tigre invernale promette bellezza”.

Ultime notizie