sabato, 22 Gennaio 2022

Arabia Saudita, botox e filler ai cammelli: 40 esclusi da concorso bellezza

I cammelli sono stati quindi scansionati con apparecchiature a raggi X e ad ultrasuoni prima del concorso, rivelando la presenza di botox, filler e ormoni.

Da non perdere

Botox e filler ai cammelli, è quanto successo al maxi concorso di bellezza “King Abdulaziz Camel Festival” in Arabia Saudita, il più importante al mondo. La valutazione degli esaminatori però, non ha lasciato scampo: prima dell’esibizione tutti i cammelli concorrenti sono stati condotti in una sala dove sono stati valutati aspetto esteriore e movimenti. Le loro teste, i colli e i torsi sono stati quindi scansionati con apparecchiature a raggi X e a ultrasuoni ed infine sono stati prelevati campioni per seguire test genetici. È proprio così che 27 cammelli sono stati squalificati per aver allungato parti del corpo e 16 per aver ricevuto iniezioni di botulino, lo ha riportato la Spa. Gli organizzatori del concorso hanno spiegato che tali controlli sono effettuati con l’obiettivo di “fermare tutti gli atti di manomissione e inganni nell’abbellimento dei cammelli”. Promesse “sanzioni gravi ai manipolatori“.

Il botox era stato iniettato nelle labbra, nel naso, nelle mascelle e in altre parti del corpo dei cammelli per rilassare i muscoli. I filler di collagene sono stati usati per ingrandire le labbra e il naso mentre gli ormoni sono stati somministrati per aumentare la crescita muscolare degli animali. Ai cammelli sono stati poi applicali degli elastici per rendere le parti del corpo più grandi del normale limitando il flusso di sangue. Il King Abdulaziz Camel Festival è iniziato il primo dicembre durerà 40 giorni. Secondo i media sauditi, quest’anno all’evento stanno partecipando 33mila proprietari di cammelli provenienti da Stati Uniti, Russia e Francia. Ogni giorno sono attesi anche 100mila turisti nel luogo del festival, che si trova a circa 100 chilometri a nord-est di Riad.

Ultime notizie