giovedì, 1 Dicembre 2022

Violenza online, Onu lancia il simbolo ‘bodyright’

La campagna ha lo scopo di affermare il diritto di donne, giovani, minoranze etniche e comunità LGTB ad essere protetti dalla violenza online. Ad oggi, infatti, la violenza non è solo offline, ma sempre più si sta diffondendo sui canali social.

Da non perdere

Le Nazioni Unite hanno lanciato una campagna “bodyright” contro la violenza di genere su Internet, identificata da un simbolo specifico, da aggiungere ai post sui social media per aderirvi.

Essa ha lo scopo di affermare il diritto di donne, giovani, minoranze etniche e comunità LGTB ad essere protetti dalla violenza online. Ad oggi, infatti, la violenza non è solo offline, ma sempre più si sta diffondendo sui canali social con post offensivi e verbalmente aggressivi. Il direttore esecutivo del Fondo delle Nazioni Unite per la PopolazioneUNFPA (agenzia dell’ONU che si batte per rafforzare il diritto alla salute sessuale e riproduttiva e garantire una pianificazione familiare completa), Natalia Kanem, ha detto: “È tempo che le aziende tecnologiche e i responsabili politici prendano sul serio la violenza digitale”.

Infatti, in base ad un sondaggio effettuato dall’Economist Intelligence Unit, è emerso che, in tutto il mondo, l’85% delle donne ha subito o assistito a violenza digitale contro altre donne e il 38% l’ha subito. Tra gli abusi online, l”UNFPA inserisce il cyberstalking, l’incitamento all’odio, il doxxing (informazioni private di persone, pubblicate contro la loro volontà) e l’uso non consensuale di immagini e video come i ‘deepfake’.

Ultime notizie