martedì, 25 Gennaio 2022

Mou ritrova l’Inter, sfida scudetto tra Napoli e Atalanta: il programma della 16esima di Serie A

Il campionato di Serie A riprende subito dopo il turno infrasettimanale appena concluso: si parte con Milan-Salernitana. Mourinho affronta la "sua" Inter, big match Napoli-Atalanta.

Da non perdere

Un weekend di Serie A rovente ci attende subito dopo il turno infrasettimanale appena concluso: la 16esima giornata di campionato si apre alle ore 15:00 di questo sabato con Milan-Salernitana. I rossoneri vorranno dar seguito alla tranquilla vittoria per 0-3 ottenuta in casa del Genoa di Shevchenko e non dovrebbe aver problemi a battere l’ultima in classifica, tanto da potersi permettere un po’ di turnover: Pietro Pellegri è pronto a giocare la sua prima partita da titolare con la maglia rossonera e Pioli potrebbe mandarlo in campo dal minuto iniziale per risparmiare Ibrahimović in vista del match di Champions League contro il Liverpool. Alle 18:00 si gioca il primo big match della giornata, che vede Roma e Inter affrontarsi sul campo dell’Olimpico: non una partita qualunque per José Mourinho che ritrova i nerazzurri con cui, ormai più di 11 anni fa, aveva conquistato il famigerato Triplete. Lo Special One dovrà fare a meno degli infortunati Pellegrini e El Shaarawy e degli squalificati Abraham e Karsdorp, dovendo ricorrere dunque a qualche riserva di troppo che potrebbe mettere maggiormente in difficoltà i giallorossi e favorire l’Inter nella conquista della terza vittoria consecutiva in campionato.

A chiudere il sabato sportivo, ci pensa un altro big match valevole per la lotta scudetto: Napoli e Atalanta si incontrano per dar vita ad una partita per palati raffinati, probabilmente ricca di gol e bel gioco, seppure Luciano Spalletti dovrà fare a meno di tanti giocatori, tra i quali Koulibaly, Fabián Ruiz, Zambo Anguissa, Osimhen e probabilmente anche il capitano Insigne. Partenopei decimati e reduci dal pareggio esterno con il Sassuolo, mentre l’Atalanta arriva allo Stadio Maradona forte della sua striscia di quattro vittorie consecutive e appoggiandosi al grande momento di forma di Mario Pašalić, che in queste ultime quattro vittorie della Dea è andato in gol ben 6 volte, non riuscendo a lasciare il segno soltanto nel match in casa della Juventus vinto di misura per 0-1 con la rete di Duván Zapata. All’ora di pranzo di domenica si sfideranno Bologna e Fiorentina, attualmente a pari punti in classifica: Siniša Mihajlović non avrà a disposizione Marko Arnautović, uscito per infortunio nello scorso match contro la Roma, mentre i Viola si affidano a Dušan Vlahović, attuale capocannoniere della Serie A con 12 gol all’attivo, per cercare di espugnare il Dall’Ara.

Alle 15:00, Thiago Motta tenterà in ogni modo di difendere il proprio posto sulla panchina dello Spezia cercando di conquistare punti preziosi per la salvezza contro il Sassuolo, il quale necessita invece di una vittoria per rientrare nella corsa alla zona Europa. In contemporanea si giocherà il derby veneto tra Venezia e Verona, con i padroni di casa che scendono sempre più verso la zona retrocessione e hanno bisogno di punti per risalire, e gli ospiti che vorranno tornare alla vittoria dopo aver conquistato un solo punto nelle ultime due partite. Alle 18:00 si gioca Sampdoria-Lazio: la vittoria in campionato manca da quasi un mese per la squadra di Maurizio Sarri e la pressione dei tifosi, giustamente scontenti, comincia a farsi sentire. La vittoria al Marassi dev’essere d’obbligo per i biancocelesti dopo il rocambolesco pareggio per 4-4 con l’Udinese scaturito nello scorso turno infrasettimanale. Di canto suo, la Samp è reduce da risultati altalenanti e ha bisogno di trovare maggiore stabilità per allontanarsi dalla zona retrocessione.

Domenica sera tocca alla Juventus che ospita il Genoa alla ricerca della seconda vittoria consecutiva dopo il successo in casa della Salernitana: i bianconeri sono attesi nelle prossime settimane da partite che appaiono, almeno sulla carta, più semplici del solito, e dovranno necessariamente provare a vincerle tutte per tornare in corsa per un posto in Champions League. Il Genoa, però, non si lascerà battere facilmente: Shevchenko cerca la prima vittoria con i rossoblù per uscire dalla zona retrocessione, eventualmente a discapito dello Spezia. La giornata si chiuderà lunedì: il primo posticipo si giocherà alle 18:30 e vede in scena Empoli e Udinese, due squadre che bazzicano a metà classifica ma che temono sempre il rischio retrocessione, portando ad essere questa una classica partita da pareggio che non danneggerebbe nessuno. Si chiude alle 20:45 con Cagliari-Torino: i sardi sono reduci da tre pareggi consecutivi, i piemontesi da risultati altalenanti. La squadra di Mazzarri ha bisogno di vincere per inseguire l’obiettivo salvezza, ma probabilmente dovrà accontentarsi di un pareggio.

Ultime notizie