sabato, 22 Gennaio 2022

Fedez, con “Disumano” contro tutti: “Voi arricchite Amazon, io mi faccio arricchire da Amazon”

Da non perdere

È uscito a mezzanotte, dopo una campagna social martellante, Disumano, l’ultimo album di Fedez. Nei giorni scorsi il cantante di Rozzano scherzava con sua moglie, Chiara Ferragni, sulle querele che il nuovo album gli avrebbe provocato, e dopo l’ascolto dei brani sappiamo anche perché. Nel disco il rapper ne ha per tutti e ha usato la traccia “Un giorno in pretura” anche come occasione per attaccare, tra gli altri, Giorgia Meloni e contemporaneamente rispondere alle forti critiche ricevute per la sua collaborazione con Amazon (“Quanto m’hanno rotto il c-Amazon/Voi lo arricchite sto Amazon/Io mi faccio arricchire da Amazon/La Meloni che grida: “Allo scandalo, boicottate la mafia di Amazon, e comprate il mio libro ‘Io sono Giorgia’. ‘Oddio ma è primo su Amazon!).

Il brano “Un giorno in pretura” è provocatorio dall’inizio alla fine e parte con una introduzione letta dal conduttore della Zanzara, Giuseppe Cruciani: “Tutti i personaggi e gli eventi di questa canzone sono del tutto immaginari. La seguente canzone contiene un linguaggio scurrile. E per il suo contenuto non dovrebbe essere ascoltata da nessuno“. Nel brano, vengono ricordati anche Giulio Regeni e Federico Aldovrandi (“i migliori non superano i vent’anni”) e e non viene risparmiata l’ironia anche per Andrea Bocelli e i suoi interventi durante le assemblee dell’Onu e dell’Unesco (“Bocelli è come portare lo spumante se ti invitano a cena (Buonasera, buonasera)/L’unica differenza tra lo spumante ed Andrea/ È che Andrea, va ad un’assemblea, che è una messa in scena/Dove si grida: ‘Bill Gates è un’aliena, che ci spara il 5G in vena’).

Non poteva poi mancare l’attacco alla Lega e il riferimento alla ‘legittima difesa’: “E pensare che l’eutanasia in Italia sembrava una cosa utopistica. Quando per morire ti basta dare un pugno in faccia ad un assessore leghista“. La “guerra” contro la Lega, che ha raggiunto l’apice durante il discorso del rapper al concertone Rai del 1 maggio scorso, è continuata anche in queste ore. In ‘Vecchio‘, con Dargen D’Amico, Fedez fa un accenno alle polemiche seguite alla sua partecipazione al Concertone (“1 Maggio sono andato sul palco/il mio avvocato è Cristiano Ronaldo”), ma i veri missili contro la politica, vengono lanciati sui social: infatti, se per la promozione del suo album Fedez ha scelto di inscenare una campagna elettorale, nella notte il cantante ha continuato con la linea irriverente e antipolitica, pubblicando stories e post con dei fotomontaggi che ritraggono personaggi citati nelle ultime canzoni con in mano una copia del suo album. Il primo, neanche a dirlo, è Matteo Salvini, l’ultimo Carlo Rienzi, direttore del Codacons, che lo ha querelato innumerevoli volte.

Disumano, però, non è solo un disco polemico. C’è anche spazio per l’amore, quello per la figlia in “Vittoria“, e per super hit come “Mille”, il tormentone estivo inciso con Achille Lauro e Orietta Berti e “Chiamami per nome”, seconda al Festival di Sanremo con Francesca Michielin.

Ultime notizie