sabato, 4 Dicembre 2021

Covid, il Friuli va in zona gialla da lunedì: dati oltre soglie limite

Da non perdere

Manca solo l’ordinanza del ministero della Salute, ma ormai è assodato: da lunedì 29 novembre il Friuli Venezia Giulia sarà in zona gialla. La decisione è stata obbligata, dato il continuo aumento dei contagi, che ha ovviamente portato alla crescita dei ricoveri: oggi il tasso di occupazione in area medica e quello in terapia intensiva sono oltre le soglie limite per restare in fascia bianca.

La Regione, sotto la guida del presidente leghista Massimiliano Fedriga, ha deciso in accordo con il governo di anticipare l’entrata in vigore delle disposizioni contenute nel nuovo decreto anti-Covid, che partiranno nel resto d’Italia il 6 dicembre.

La zona gialla in Friuli è scattata per un’occupazione dei posti letto in terapia intensiva da parte di pazienti Covid al 15%, come riportato dai dati Agenas del 24 novembre; la soglia per passare in zona gialla è già al 10 per cento. Anche nel vicino Trentino Alto Adige, la situazione non è delle migliori: la provincia di Bolzano è a rischio zona gialla, perché  l’incidenza è già da inizio novembre oltre la soglia limite di 150 casi ogni 100mila abitanti. Le terapie intensive sono al 10%, l’area medica è al 15: esattamente al limite

Ultime notizie