sabato, 4 Dicembre 2021

19 Novembre 1969, Pelé e il millesimo gol in carriera: “Per la prima volta mi tremavano le gambe”

In Santos-Vasco da Gama Pelé segnò il millesimo gol in carriera, posizionando, prima di chiunque altro, il Brasile sulla carta geografica.

Da non perdere

Il 1969 è stato un anno passato alla storia per tante ragioni, Richard Nixon diventava il 37esimo Presidente degli Stati Uniti, Brian Jones dei Rolling Stones veniva ritrovato morto in seguito ad un’overdose di eroina, Neil Amstrong divenne il primo uomo a mettere piede sulla luna, mentre Pelé il primo a segnare mille gol in carriera. Consapevoli che il mito e le statistiche di O’Rey siano state alimentate dalla sensazionale fama planetaria che viveva il Santos grazie alla popolarità del suo 10, rimane ugualmente un traguardo mostruoso toccato dalla Perla Nera.
Non potendo sfruttare la tecnologia e gli almanacchi odierni, numerose marcature di Pelé vennero conteggiate come se fossero state messe a segno durante incontri ufficiali. È quindi doveroso menzionare il nutrito numero di amichevoli giocate durante i tour planetari del Santos, che indiscutibilmente hanno permesso tutto ciò.
Campione di precocità, l’asso brasiliano esordì nel Santos ad appena 15 anni, i 77 centri lo rendono tutt’ora il miglior marcatore della selezione verde oro, con la quale divenne campione del mondo nel 1958, 1962 e 1970. Pelé, abituato come fosse un’automa a non sentire la pressione di giornalisti, tifosi e squadra, conobbe nella sua vita quella sensazione una volta soltanto, era il 19 novembre 1969.
Quel giorno al Maracanã, ad un quarto d’ora dal triplice fischio di Santos-Vasco da Gama, la stella dei Peixe  venne atterrato in area, procurandosi un calcio di rigore. Decine e decine di giornalisti e fotografi affollarono la porta in cui stava per prendere vita uno dei gol più famosi della storia del calcio.
“Pensavo… Se il portiere la para o se prendo il palo e la palla rimbalza, dove sono i miei compagni? Non c’era nessuno, mi avevano lasciato solo, erano tutti a centrocampo! Ero nervoso, per la prima volta nella mia vita mi tremavano le gambe”.
Fortunatamente la sfera superò la linea di porta e Pelé non ebbe di che preoccuparsi, diventando il primo e unico calciatore e segnare mille gol in carriera. La classica fiesta sud americana fece il resto, O’Rey venne preso in braccio da giornalisti e tifosi come una rockstar, consacrandosi definitivamente a mito, come colui che prima di chiunque altro mise il Brasile sulla cartina geografica.

Ultime notizie