giovedì, 2 Dicembre 2021

Ucraina, bambina di italiani nata con maternità surrogata: voluta poi abbandonata

Da non perdere

Una bambina di un anno, figlia di una coppia italiana, nata in Ucraina tramite maternità surrogata, è stata abbandonata dai genitori e nella giornata di oggi tornerà in Italia da Kiev per essere affidata ad una famiglia italiana.

La piccola, voluta dai genitori italiani che si erano recati in Ucraina nell’agosto del 2020 per il riconoscimento della bambina, la avevano poi affidata ad una baby-sitter assunta sul posto.

La baby-sitter, quando la minore ha compiuto un anno, non avendo più ricevuto notizie dai genitori italiani e non avendo più avuto il compenso accordato che doveva servire anche per il sostentamento della bambina, ha denunciato quanto accaduto al Consolato.

La vicenda è subito passata alla Procura della Repubblica, che ha accertato l’intenzione dei genitori di non voler riprendere la bambina. È stato così incaricato lo SCIP, il Servizio per la cooperazione internazionale di Polizia per il rimpatrio della piccola innocente, voluta e poi abbandonata senza motivo, grazie anche alla collaborazione della Croce Rossa Italiana, che ha inserito nel team una pediatra ed una infermiera. La bambina arriva per la prima volta in patria per essere affidata ad una coppia.

 

 

Ultime notizie