giovedì, 9 Dicembre 2021

Case allagate, gente sui tetti delle auto: Sicilia in ginocchio per il maltempo

Strade allagate, ferrovie interrotte, abitazioni sgomberate: la situazione è talmente grave che il prefetto di Agrigento ha lanciato un appello: "non uscite di casa".

Da non perdere

In Sicilia, la situazione torna a preoccupare. Dopo giorni di pioggia incessante su tutta l’Isola, tutte le province hanno registrato danni e disagi. Strade allagate, ferrovie interrotte, abitazioni sgomberate: la situazione è talmente grave che il prefetto di Agrigento ha lanciato un appello ai cittadini a “non uscire di casa”, e così molti sindaci hanno disposto la chiusura di scuole, ville e giardini.

Danni e disagi per il maltempo nel Trapanese, dove il fiume san Bartolomeo ha rotto gli argini al confine tra i Comuni di Castellammare del Golfo e ad Alcamo. Alcune strade provinciali risultano impercorribili, a causa dell’allagamento del piano viabile, il traffico è stato bloccato in entrambe le direzioni. Disagi anche nel Palermitano e nell’Agrigentino. In provincia di Palermo la situazione più critica si registra nel Corleonese, ma anche a Scillato, nel Termitano, dove fango e detriti hanno invaso e reso impraticabili le strade. A Porto Empedocle alcune strade si sono trasformate in fiumi in piena, a Sciacca due persone per mettersi in salvo sono dovute addirittura salire sul tetto della loro auto. I Vigili del Fuoco di Menfi sono intervenuti con un gommone nella zona del Lido dei Fiori, per soccorrere alcuni residenti, tra cui due anziani bloccati nella loro abitazione invasa dall’acqua. Solo ieri sera, sono stati portati in salvo 22 nuclei familiari. Numerose le squadre dei Vigili del Fuoco e dei volontari della Protezione civile intervenuti a soccorrere automobilisti e residenti rimasti in trappola a causa degli allagamenti.

Ultime notizie