giovedì, 9 Dicembre 2021

“Sarà un inverno pericoloso”: allarme Oms su Covid. Rischio siringhe insufficienti per il 2022

Cresce la preoccupazione per i paese dell'est Europa. Continuano ad aumentare i casi in Francia e Germania. L'Austria ha imposto un lockdown fino all'8 dicembre per i non vaccinati.

Da non perdere

L’ Organizzazione mondiale della sanità – Oms ha annunciato: “Sarà un inverno pericoloso per il virus in tutta Europa”. Occorre, dunque, prendere tutte le misure necessarie per evitare nuovi lockdown, restrizioni estreme, ma soprattutto, nuove vittime. Cresce la preoccupazione per i paese dell’est Europa, soprattutto per Romani e Bulgaria. Continuano ad aumentare i casi in Francia e Germania. L’Austria ha imposto un lockdown fino all’8 dicembre per i non vaccinati.

Dai dati forniti dell’istituto Superiore di Sanità, si legge come i decessi tra i vaccinati nell’ultimo mese, sono a circa 400, più o meno gli stessi tra i non vaccinati. Ma occorre sottolineare che le persone che hanno ricevuto il vaccino, in Italia, sono più di 45 milioni, mentre sono circa 7 milioni i non vaccinati. Questi valori, confermano l’efficacia del vaccino. Abbiamo un’arma in più rispetto all’anno scorso, quando i contagi e le vittime erano 6 volte superiori. Anche se il virus ha abbassato di un anno e due mesi l’aspettativa di vita degli italiani.

Nelle ultime 24ore, l’Italia ha registrato 6.032 nuovi casi e 68 vittime. Aumentano i ricoveri ma, fortunatamente la situazione non è paragonabile allo scorso autunno. Dal Comitato tecnico scientifico arriva la conferma che la terza dose verrà presto estesa anche agli under 60. Ancora più delle infezioni, i vaccini stanno rallentando i ricoveri. Infatti, nessun territorio ha raggiunto massimo dei posti letto occupati nei reparti Covid.

Friuli Venezia Giuila e Marche hanno superato uno solo dei due parametri. In Alto Adige, invece, crescono i numeri. Bolzano, dopo Trieste, ha l’incidenza dei casi settimanali più alta del paese. Ormai è evidente che: “Lì dove c’è un basso tasso di vaccinazione, ci sono più ricoveri”, ha detto il governatore altoatesino.

L’Oms annuncia che nel 2022 potrebbe esserci carenza di siringhe

L’Oms lancia anche un altro allarme: prevede che nel 2022 le siringhe potrebbero non essere sufficienti. Se la produzione non riuscirà ad avanzare con l’avanzamento delle somministrazioni dei vaccini, potrebbero mancarne da uno a due miliardi.
A riferirlo è Lisa Hedman, consulente dell’Oms per l’assistenza sanitaria: “Segnaliamo la reale preoccupazione che potremmo avere una carenza di siringhe, che a sua volta porterebbe a seri problemi, a partire dal rallentamento degli sforzi di vaccinazione”. Pertanto, ha invitato i Paesi ad aumentare la propria capacità produttiva.

Il fabbisogno di siringhe è aumentato dal momento che sono state somministrate più di 7,25 miliardi di dosi di vaccino, ossia, quasi il doppio dei vaccini normalmente somministrati in un anno. Se non si riuscirà a mantenere il passo, la carenza di siringhe avrà una conseguenza sulla salute pubblica “nei prossimi anni”. Il rischio potrebbe essere quello di dover riutilizzare siringhe e aghi monouso.

Ultime notizie