domenica, 28 Novembre 2021

Proroga Stato emergenza. Gelmini: “scelta probabile aumentano i contagi”

Per la Gelimini si tratta di una “scelta probabile”. Boccia parla invece di “scelta obbligata”. Tuttavia, lo Stato di emergenza ​non può superare i dodici mesi. Inoltre, è prorogabile per non più di ulteriori dodici mesi

Da non perdere

In base all’andamento dei nuovi contagi, il Governo valuterà se prorogare o meno lo stato di emergenza, che al momento ha come scadenza il 31 dicembre 2021. Mariastella Gelmini, ministra per gli Affari regionali, al Tg3 ha dichiarato: “Lo stato di emergenza scadrà il 31 dicembre, non ne abbiamo ancora parlato. Le decisioni verranno assunte sulla base dell’evidenza del momento” ma “è probabile la proroga dello stato di emergenza considerata la recrudescenza del virus e il fatto che ci troveremo in pieno inverno”.

Secondo Francesco Boccia, responsabile Enti locali del Pd, proroga dello stato d’emergenza e terza dose sarebbero “scelte obbligate”, per mantenere sotto controllo l’avanzata del virus in Italia ed evitare una risalita dei contagi come sta accadendo in Austria e Germania. Infatti, continua: “La situazione in Italia al momento, è sotto controllo sia per quanto riguarda i dati giornalieri che l’occupazione delle reti sanitarie, la campagna di vaccinazione ha dato gli effetti auspicati. Ora, però, dobbiamo evitare di vanificare la quasi normalità riconquistata e la ripresa economica intrapresa: con questo scenario in Europa, terza dose di vaccino e proroga dello stato di emergenza diventano scelte obbligate”.

Se per la Gelimini si tratta di una “scelta probabile” , Boccia Parla invece di “scelta obbligata”. Tuttavia, lo Stato di emergenza introdotto dall’ex Premier Giuseppe Conte il 31 gennaio 2020 – poi prorogata dall’attuale presidente del Consiglio Mario Draghi – non può superare i dodici mesi. Inoltre, è prorogabile per non più di ulteriori dodici mesi. Come prevede l’articolo 24 del decreto legislativo 1/2008. Per cui, se si deciderà per un’ulteriore proroga, non sarà possibile estenderla oltre il mese di gennaio 2022 senza interventi legislativi.

Ultime notizie