sabato, 27 Novembre 2021

Wondaleaf, dalla Malesia arriva il primo preservativo unisex: il sesso sicuro è genderless

Sicuro, sottilissimo e unisex: il nuovo profilattico Wondaleaf sarà in vendita da dicembre in tutta la Malesia ma l'obiettivo è raggiungere tutto il mondo.

Da non perdere

C’è chi ancora pensa che il preservativo sia uno strumento strettamente d’uso di chi è dotato di un pene ma non solo esiste anche il preservativo femminile, recentemente è arrivata dalla Malesia l’invenzione che potrebbe cambiare per sempre il panorama della contraccezione nel mondo: il suo nome è Wondaleaf Uni Condom, ed è il primo preservativo unisex mai inventato. L’ideatore, il ginecologo malese John Tang Ing Chinh, ha spiegato che: “È fondamentalmente un normale preservativo con una copertura adesiva che si attacca alla vagina o al pene, oltre a coprire l’area adiacente per una protezione extra“. Si tratta di un sacchetto dotato di lembi adesivi, grazie alle sue caratteristiche protegge l’intera area genitale, inclusi i testicoli, rendendolo così davvero unico nel suo genere. Non è lubrificato, in modo da poter essere facilmente manovrato, ma prima di utilizzarlo è necessario spalmare il prodotto che viene dato in dotazione oppure il proprio lubrificante di fiducia. Il dispositivo quindi, può essere utilizzato sia come un classico preservativo sul pene in erezione, sia come barriera protettiva da posizionare all’interno della vagina fissandolo delicatamente con una pellicola adesiva alla zona del pube. In entrambi i casi una cosa è certa: fa il suo dovere, impedendo lo scambio di fluidi corporei e il contatto diretto con la pelle durante il rapporto, riuscendo ad azzerare il rischio di trasmissione di malattie sessualmente trasmissibili e di gravidanze indesiderate.

Il ginecologo ha dichiarato che: “Una volta indossato, spesso non ti rendi conto di averlo“, infatti il preservativo è stato reso il più sottile possibile in modo da mantenere la sensibilità, solo 0,03 millimetri di spessore e realizzato in poliuretano, un materiale solitamente usato per medicare lesioni, rendendolo quindi sicuro anche per tutti coloro che fossero allergici al lattice, oltre a non avere alcun odore o sapore di gomma. Anche la pellicola adesiva applicata su un solo lato del preservativo, è stata progettata per non essere dolorosa nel rimuoverla, anche se potrebbe risultare più comoda per coloro che si depilano la zona pubica. Tang ha sottolineato che, prima della commercializzazione, il preservativo ha superato diverse fasi di ricerca e test clinici che hanno dimostrato che, indipendentemente dal sesso o dall’orientamento sessuale, il dispositivo ha prestazioni pari o addirittura migliori rispetto ai preservativi tradizionali.

Wondaleaf sarà in vendita da dicembre sul sito malese della casa produttrice Twin Catalyst, ma l’obiettivo dell’azienda è raggiungere tutto il mondo via internet: il costo sarà di 14,99 ringgit, che equivalgono a circa 3,10€ per due sacchetti unisex, attualmente il prezzo medio per una dozzina di preservativi in Malesia è di 20-40 ringgit (4-8 euro). La creazione di questo innovativo profilattico è stato pensato ad hoc sulla base delle necessità dei consumatori, non esistono misure ma un’unica taglia e, essendo adesivo, dovrà essere indossato prima di ogni preliminare. Gli studi hanno anche rilevato che il nuovo preservativo unisex si rompe o scivola via molto di meno rispetto ai preservativi tradizionali. “Sulla base del numero di studi clinici che abbiamo condotto, sono abbastanza ottimista sul fatto che, con il tempo, sarà un’aggiunta significativa ai numerosi metodi contraccettivi utilizzati nella prevenzione delle gravidanze indesiderate e delle malattie a trasmissione sessuale” ha detto il ginecologo Tang.

Grazie a questa svolta malesiana il sesso protetto ora è genderless. Che questo nuovo preservativo sia la svolta nell’orizzonte del sesso sicuro? Ciò che è certo è che si tratta di una rivoluzione importante, un nuovo metodo per incentivare e sostenere la prevenzione oltre che l’inclusione.

Ultime notizie