giovedì, 9 Dicembre 2021

Serie A, Inter e Milan si dividono la posta: 1-1 Calhanoglu protagonista Autogol beffa i nerazzurri

Termina in pareggio per 1-1 la stracittadina milanese. I nerazzurri non riescono ad accorciare le distanze dalla vetta mentre il Milan aggancia il Napoli al primo posto.

Da non perdere

Termina con un pareggio per 1 a 1 il derby di Milano, match più importante della dodicesima giornata, con nerazzurri e rossoneri che si sono divisi la posta in palio. Al vantaggio di Calhanoglu su calcio di rigore ha risposto un autogol di De Vrij. Il pareggio non ha permesso all’Inter di accorciare la distanza dalla vetta, distante sette punti, mentre il Milan continua a mantenersi a pari punti con il Napoli, fermato nel pomeriggio dal Verona.

Per l’occasione, Inzaghi si affida al suo terzetto titolare in difesa composto da Skriniar, De Vrij e Bastoni e sceglie Calhanoglu, grande ex della partita che ha collezionato 135 presenze e 22 gol con la maglia rossonera, per affiancare Brozovic e Barella a centrocampo. Nessuna sopresa sulle fasce, presidiate da Darmian e Perisic, e in attacco con la coppia Lautaro- Dzeko. Sorprende, invece, Pioli che schiera Ballo-Tourè per sopperire all’assenza di Theo Hernandez, espulso nella partita con la Roma, e lascia fuori Saelemaekers schierando Diaz, Krunic e Leao sulla trequarti a sostegno dell’unica punta Ibrahimovic.

Sul palcoscenico di San Siro va in scena un primo tempo spettacolare all’insegna dell’intensità con le due squadre pronte a darsi battaglia con le armi del pressing e della fisicità. Nei primi 45 minuti accade di tutto; pronti via e l’Inter si presenta dal dischetto: all’ 11′ minuto Calhanoglu e Dzeko pressano Kessie che va in confusione, perde palla e commette fallo. È proprio il giocatore turco a prendersi la responsabilità del penalty, segnando il goal del vantaggio contro la sua ex squadra.

Il Milan non ci sta e trova il pareggio al 17′ minuto con una punizione battuta da Tonali che trova la sfortunata deviazione di De Vrij nella propria porta a beffare Handanovic. Le emozioni non sono finite perché gli uomini di Inzaghi hanno nuovamente la possibilità di riportarsi in vantaggio. Doveri concede il secondo penalty per fallo di Ballo-Tourè su Darmian involato a rete ma Lautaro Martinez si fa ipnotizzare da Tatarusanu, bravo ad intuire la conclusione dell’attaccante argentino dal dischetto. Nel finale della prima frazione i nerazzurri vanno vicino al gol due volte ma Barella prima e Lautaro dopo sprecano.

Ritmi più bassi, invece, nella ripresa quando le due squadre sono apparse più stanche e confuse e nemmeno i cambi dei due allenatori hanno cambiato l’inerzia del match. C’è stata un’occasione per parte con Vidal il cui tiro è stato murato dalla difesa rossonera e Saelemaekers che nei minuti finali ha colpito il palo con una botta dalla distanza.

Si tratta del secondo pareggio tra Milan e Inter nel derby negli ultimi undici confronti tra le due squadre. Dopo la sosta per le nazionali, gli uomini di Inzaghi affronteranno il Napoli in un’altra sfida al vertice mentre i rossoneri saranno di scena al Franchi di Firenze.

Ultime notizie