mercoledì, 8 Dicembre 2021

G20 Roma, Draghi: “Un successo. Sul clima ora abbiamo un obiettivo comune”

"Questo vertice mi rende fiducioso per la capacità che il G20 sembra aver ritrovato di affrontare le sfide epocali esistenziali, dal covid al clima".

Da non perdere

Il G20 di Roma è stato un successo. Mario Draghi apre così la conferenza stampa conclusiva dei due giorni di summit nella Capitale. Parole forse un po’ troppo entusiastiche e di circostanza, pronunciate però con convinzione dal premier italiano, che forse veramente ci crede. “Non è stato facile raggiungere questo accordo – dice, ringraziando gli sherpa e chi ha partecipato all’organizzazione -. Questo vertice mi rende fiducioso per la capacità che il G20 sembra aver ritrovato di affrontare le sfide epocali esistenziali, dal covid al clima”.

Sul clima per la prima volta i Paesi G20 si sono impegnati a mantenere a portata di mano l’obiettivo di contenere il surriscaldamento sotto i 1,5 gradi – ha spiegato Draghi – con azioni immediate e impegni a medio termine. Anche sul carbone i finanziamenti pubblici non andranno oltre la fine di quest’anno”. L’obiettivo dei 2 gradi, ha spiegato, era nelle intenzioni, oggi con un grado e mezzo c’è un obiettivo, cosa che prima di questo G20 non c’era. Il riferimento è chiaramente a Russia, Cina, India e Paesi in via di sviluppo. “Abbiamo gettato le basi per una ripresa più equa e trovato i nuovi modi per sostenere i Paesi nel mondo, 609 miliardi sulla base dei diritti speciali di prelievo sono dedicati per la prima volta ai Paesi più vulnerabili”.

Ultime notizie