sabato, 4 Dicembre 2021

Scambio elettorale politico-mafioso, condannato a 5 anni l’assessore regionale Talarico

È stato condannato a cinque anni di reclusione per il reato di scambio elettorale politico-mafioso l’assessore regionale al Bilancio Francesco Talarico.

Da non perdere

È stato condannato a cinque anni di reclusione per il reato di scambio elettorale politico-mafioso l’assessore regionale al Bilancio Francesco Talarico, coinvolto nell’inchiesta calabrese “Basso Profilo” incentrata sugli illeciti rapporti tra ‘Ndrangheta, politica e imprenditoria. Il verdetto è stato emesso nell’ambito del processo celebrato con rito abbreviato nei confronti di 25 imputati coinvolti nell’inchiesta della Dda di Catanzaro e coordinata dal procuratore Nicola Gratteri.

Oltre alla condanna di Talarico, è stato condannato a 11 anni e 5 mesi anche il neo collaboratore di giustizia Tommaso Rosa, accusato di essere il riferimento operativo della ‘Ndrangheta di Roccabernarda. Condanna anche per la moglie, Concetta Di Noia, di nove anni e sei mesi, insieme a una multa di 14mila euro. È stato invece assolto, Luciano Basile, amministratore delegato di Sicurtransport spa, società di vigilanza privata, che era accusato di traffico di influenze illecite, come Rodolfo La Bernarda, accusato di traffico di influenze illecite aggravato dal metodo mafioso e corruzione. Assoluzione anche per il notaio di Catanzaro Rocco Guglielmo, accusato di varie ipotesi di falso ideologico. Tra le condanne più pesanti la pena di 14 anni per Carmine Falcone, accusato di associazione mafiosa quale organizzatore dell’articolazione mafioso denominata “locale di San Leonardo di Cutro”.

Le condanne

Luigi Alecce, 3 anni e 8 mesi (chiesti 4 anni e 2 mesi);
Annarita Antonelli, 2 anni e un mese (chiesti 3 anni);
Luciano Basile, assolto (chiesta assoluzione);
Giuseppe Bonofiglio, 5 anni e 10 mesi (chiesti 14 anni);
Rosario Bonofiglio, 2 anni e 10 mesi (chiesti 5 anni);
Pier Paolo Caloiero, 3 anni e 2 mesi (chiesti 4 anni);
Curcio Eugenia, 3 anni e 10 mesi e 6mila euro di multa;
Concetta Di Noia, 9 anni e 6 mesi (chiesti 8 anni);
Giulio Docimo, 4 anni e 8 mesi e 6000 euro di multa (chiesti 4 anni);
Carmine Falcone, 14 anni (chiesti 16 anni);
Matteo Femia, 2 anni e 10 mesi (chiesti 2 anni, 6 mesi e 400 euro di multa);
Rocco Guglielmo, assolto (chiesti 6 anni);
Grillone Antonio, 3 anni e 6 mesi (chiesti 6 anni);
Domenico Iaquinta, 10 mesi (chiesti 8 mesi);
Rodolfo La Bernarda, assolto (chiesti 8 anni e 8 mesi);
Francesco Luzzi, 3 anni e 6 mesi 6000 euro di multa (chiesti 4 anni);
Santo Mancuso, un anno (chiesto un anno e 4 mesi);
Giuseppe Mangone, 2 anni e 6 mesi;
Francesco Mantella, assolto (chiesti 8 anni e 8 mesi);
Antonino Pirrello, 4 anni (chiesti 6 anni);
Tommaso Rosa, 11 anni e 5 mesi (chiesti 8 anni);
Victoria Rosa, 3 anni e 4 mesi (chiesti 5 anni);
Francesco Talarico, 5 anni (chiesti 8 anni);
Giuseppe Truglia, 6 anni (chiesti 9 anni e 4 mesi);
Pino Volpe, 2 anni (chiesti 3 anni, 4 mesi e 300 euro di multa).

Ultime notizie