sabato, 4 Dicembre 2021

Green Pass, rubate le chiavi di codifica: anche Adolf Hitler ne ha uno valido

In mattinata i tecnici europei si incontreranno per una una riunione di emergenza per capire come arginare il problema.

Da non perdere

Anche Hilter, quel Adolf Hilter nato nel 1930 ha il suo Green Pass e non è un meme o una bufala del web, neanche uno scherzo di cattivo gusto, o forse si. Negli ultimi minuti è trapelata in rete la notizia che sono state trafugate le chiavi di codifica dei certificati verdi; in sostanza chi ha tra le mani questi codici può produrre certificati falsi, ma riconosciuti come validi dall’applicazione VerificaC19. Un grande danno se si considera che tutti gli Stati coinvolti, al momento Francia, Italia e Polonia, dovrebbero riemettere i pass con una nuova chiave di codifica.

Secondo quanto riportato da fonti autorevoli si sta procedendo per annullare tutti green pass che contengono il codice rubato in modo da arginare al più presto la produzione di falsi. Un bel marasma burocratico per le istituzioni e per i cittadini che potrebbero essere coinvolti, dato che dovranno scaricare nuovamente il certificato da Io o da Immuni o nel peggiore dei casi vederselo rifiutare come non più valido.

Ultime notizie