mercoledì, 8 Dicembre 2021

No Green Pass, il portuale Tuiach positivo al Covid: “Colpa degli idranti della Polizia”

L’ex consigliere di Forza Nuova è stato uno dei protagonisti della protesta «No green pass». Sui social ha scritto che «il Covid esiste nelle menti delle persone ipnotizzate»

Da non perdere

Il 18 ottobre, Fabio Tuiach, era in prima fila durante la manifestazione No Green Pass dei portuali di Trieste, ora è a letto con 38 di febbre, positivo al Covid. A comunicarlo, è stato lui stesso sul suo profilo Facebook. Tuiach, ex campione di pugilato ed ex consigliere comunale del capoluogo giuliano, prima con la Lega e poi con Forza Nuova, sostiene, però, che il contagio non si sia diffuso tra la folla degli 8mila manifestanti irrispettosi del distanziamento, abbracciati e senza mascherina. Infatti, ha scritto “l’ho preso a causa del freddo dopo gli ettolitri d’acqua degli idranti della polizia che ci sono arrivati addosso lunedì scorso durante la protesta. Sfido chiunque a non prendere qualcosa con questa temperatura d’ottobre”.

Poi ha continuato «il Covid esiste nelle menti delle persone ipnotizzate». Tuiach ha avvertito i primi sintomi giovedì sera, e si è recato in farmacia per un primo tampone rapido. Positiva anche la moglie, i 5 figli, invece, no. All’Agenzia del lavoro portuale presso la quale lavora, non è però giunta ancora nessuna comunicazione per malattia da Covid. Nei giorni scorsi, l’agenzia ha presentato un esposto in Procura, per indagare le assenze per malattia presentate dopo il 15 ottobre, giorno dell’entrata in vigore dell’obbligo di green pass.

Ultime notizie