martedì, 19 Ottobre 2021

Parità di genere, la Camera approva proposta di legge per promuove il lavoro femminile

La parità dei sessi sul lavoro al centro del testo approvato oggi a Montecitorio. Dovrà passare ora al vaglio del Senato.

Da non perdere

“La Camera approva”. Oggi è stato segnato un passo in avanti rispetto alla parità tra donne e uomini sul posto di lavoro. È infatti passata all’unanimità la proposta di legge per ridurre le discriminazioni tra i sessi. Sgravio contributivo fino a 50mila euro all’anno alle aziende private virtuose prima della proposta in discussione. Questo significa che la certificazione di pari opportunità premia. Tale certificazione attesta: opportunità di crescita in azienda per donne e uomini, parità salariale e tutela della maternità. Di più: sia nel pubblico sia nel privato dovrà essere stilato un rapporto sulla situazione del personale. E la soglia obbligatoria questa è la novità si abbassa dagli attuali 100 dipendenti a 50.

Da Montecitorio arriva un segnale chiaro: gli orari di lavoro dovranno andare incontro alle condizioni di vita della forza-lavoro, per abbattere le differenze tra i tempi e le necessità divergenti tra un sesso e l’altro. Pensiamo, ad esempio, alle incombenze di una neo-mamma alle prese con bebè e occupazione, rispetto a quelle del padre. Il Governo, pertanto, punta su incentivi alle assunzioni e sgravi contributi per ridurre il divario di genere. Il testo, per l’approvazione definitiva, dovrà passare ora al vaglio del Senato.

Ultime notizie