domenica, 17 Ottobre 2021

Botte e percosse a un detenuto, indagati nove agenti di Polizia penitenziaria

Le percosse hanno causato diverse fratture e lesioni all'uomo che i medici hanno quantificato con 40 giorni di prognosi.

Da non perdere

Nove agenti della penitenziaria che prestavano servizio nelle carceri di Nuoto e Uta, sono stati indagati a seguito di un presunto pestaggio nei confronti di un 36 anni albanese picchiato con i manganelli. L’indagine della Procura è stata avviata dopo l’invio degli atti disposto dal Provveditorato regionale delle Carceri della Sardegna che aveva sottoposto a disciplinare i poliziotti.

I fatti risalgono ad agosto 2020 quando l’uomo è stato trasferito da Uta a Nuoro. Al suo arrivo, durante le fasi di immatricolazione il detenuto sarebbe stato picchiato con violenza dagli agenti riportando diverse fratture contusioni e lesioni che i medici hanno quantificato con 40 giorni di prognosi. A seguito di ciò otto guardie risultano indagate per lesioni aggravate, mentre il nono deve rispondere di falso per aver dichiarato che i manganelli erano entrati in carcere per poco tempo.

Ultime notizie