mercoledì, 27 Ottobre 2021

Continui sbarchi a Lampedusa, quasi 700 persone in meno di 24 ore

Il numero dei migranti approdati nella mattinata di ieri a Lampedusa si aggira circa a 400 migranti. In meno di 24 ore Lampedusa ha infatti raggiunto il numero di 618 extracomunitari, tra i quali c'è anche un neonato. 

Da non perdere

Il numero dei migranti approdati nella mattinata di ieri a Lampedusa si aggira circa intorno a quasi 400 unità. Quattordici sono stati i barchini utilizzati per approdare sulla terraferma, che avevano a bordo da un minimo di 15 ad un massimo di 95 persone. Tutti i migranti, dopo essere approdati, si sono sottoposti ad una prima valutazione sanitaria effettuata direttamente sulla banchina, per poi essere trasferiti all’hotspot di contrada Imbricola. Arrivi costanti che continuano ad arrivare con il passare delle ore: un lavoro immane per gli uomini della Guardia di Finanza, che con le loro motovedette stanno continuando la loro staffetta di scorta dal molo Favaloro e ritorno.

Gli ultimi, in ordine di tempo, a sbarcare sono stati 41 migranti approdati questa notte nella più grande delle Isole Pelagie, le isole più meridionali d’Italia, a metà strada tra la Sicilia e la Tunisia. La piccola imbarcazione sulla quale viaggiavano quest’ultimi è stata intercettata dalla guardia costiera a circa 6 miglia dall’isola. I migranti sono stati prelevati dall’imbarcazione, lasciata poi alla deriva e portati anche loro al molo Favaloro, per il controllo sanitario. Con il loro arrivo, in meno di 24 ore Lampedusa ha infatti raggiunto il numero di 618 extracomunitari, tra i quali c’è anche un neonato. I migranti ospiti dell’hotspot, dopo il triage sanitario, verranno man mano sottoposti anche al tampone rapido per la diagnosi del Covid-19. Successivamente ai controlli e alle procedure di pre-identificazione, inizieranno le disposizioni per gli imbarchi sulle navi quarantena, su disposizione della Prefettura di Agrigento e del Viminale.

Sulla pagina Twitter di Alarm Phone, una rete di emergenza che si occupa di fornire un punto di contatto di emergenza in supporto alle operazioni di salvataggio, due tweet dove Alarm Phone dà l’allarme della presenza di altre imbarcazioni ancora in pericolo nella zona di Malta e nella zona dell’isola greca di Ikaria.

Quarantanove persone in pericolo nella zona SAR di Malta. Le persone, in fuga dalla Libia, sono in pericolo a bordo di una barca sovraffollata. Necessitano di supporto immediato. Queste sono ancora alla deriva e chiedono urgente soccorso. Ci hanno dato una posizione aggiornata che mostra che sono ancora nella SAR di Malta. Autorità informate. Va lanciata una operazione SAR ora!”

“Durante la notte siamo stati allertati di una barca in difficoltà nei pressi dell’isola greca Ikaria. Abbiamo contattato la barca intorno alle 2:15 e siamo preoccupati per queste persone. HCoastGuard è stata informata. Abbiamo urgenza di salvare e portare queste persone in Europa”.

Ultime notizie