domenica, 17 Ottobre 2021

Passeggero aggredito sul treno, viaggiatori sventano la rapina: baby gang finisce in galera

Mentre uno bloccava l'accesso alla carrozza, gli altri due hanno aggredito il passeggero per farsi consegnare l'orologio e il borsello. Le grida dell'uomo hanno attirato gli altri viaggiatori.

Da non perdere

Gli agenti della Polizia Ferroviaria di Messina e di Taormina hanno eseguito quattro misure cautelari, due di queste in carcere, disposte dal Gip del Tribunale per i Minorenni di Messina, nei confronti di quattro ragazzi. Tutti di età cmpresa tra i 15 e i 17 anni, sono accusati di tentata rapina in concorso avvenuta l’8 settembre scorso, sulla tratta Messina – Catania, a danno di un passeggero. I poliziotti dopo aver interrogato la vittima, un uomo di 43 anni, e altri viaggiatori, hanno visionato le  immagini dei sistemi di sorveglianza presenti nelle stazioni, individuando così gli autori del tentato furto, tre dei quali già noti alle forze dell’ordine.

Mentre uno dei tre si era posizionato all’ingresso della carrozza dove viaggiava il 43enne, gli altri ragazzi l’hanno minacciato per farsi consegnargli i soldi che aveva con sé. Quando l’uomo si è rifiutato, hanno iniziato a colpirlo più volte, per tentare di rubandogli orologio e borsello. Grazie all’intervento di due passeggeri, attirati dalle grida, l’aggressione è stata bloccata e sono stati allertati gli agenti della Polizia Ferroviaria di Taormina, che hanno soccorso la vittima. L’uomo, rimasto ferito, ha riferito ai poliziotti che i giovani erano fuggiti. Due della baby gang sono stati condotti in carcere, mentre gli altri due minori sono stati collocati in comunità scelte dalla Direzione del Centro per la Giustizia Minorile della Sicilia.

Ultime notizie