domenica, 17 Ottobre 2021

Venne investita da un’auto mentre era ubriaca e morì: marito a processo per abbandono di incapace

Nel 2018 una donna moldava era stata investita e uccisa da un'auto mentre era ubriaca, ora suo marito è sotto processo per abbandono di incapace.

Da non perdere

La vicenda risale al 12 luglio del 2018, la vittima è Victoria Jacova, donna 46enne di origini moldave, che quella notte si trovava ubriaca sulla strada tra Sforzesca e la frazione di Belcreda di Gambolò, in provincia di Pavia, ed era stata investita da un’automobile guidata da un 24enne di Vigevano, perdendo la vita.

Il marito della vittima, Paolo Carnevale Miino, 61enne di Gambolò, è ora a processo per abbandono di incapace: secondo la Procura, la decisione dell’uomo di lasciare la moglie da sola per strada con un tasso alcolico 6 volte superiore alla norma e senza che potesse dunque badare a sé stessa, come dimostrato in seguito dall’autopsia e dagli accertamenti tossicologici, ha scaturito il fatale incidente in cui ha perso la vita la donna.

La difesa del marito si starebbe appellando al fatto che la donna fosse scesa di sua totale volontà dall’auto a seguito di una discussione, mentre per il 24enne che ha travolto e ucciso Victoria è stata chiesta l’archiviazione in quanto il ragazzo non avrebbe avuto modo di evitare l’impatto visto che, come ha raccontato, la donna gli era apparsa improvvisamente davanti nel buio.

Ultime notizie