domenica, 17 Ottobre 2021

Covid Italia, l’Iss avverte: Rt in aumento a 0,83. Cala l’incidenza settimanale

Questa settimana in leggero aumento l'indice Rt che passa da 0,82 di venerdì scorso a 0,83 di oggi; altra storia, invece, per l'incidenza, che due settimane fa era 54 casi ogni 100mila abitanti, nel monitoraggio di oggi è scesa a 37.

Da non perdere

Cresce l’Rt, ma cala l’incidenza. Stando a quanto emerge dalla cabina di regia, il nuovo monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità (Iss), riporta dati diametralmente opposti per quanto riguarda l’indice di trasmissibilità e l’incidenza settimanale ogni 100mila abitanti. Infatti, questa settimana giunta quasi al termine è stata segnata da un leggero aumento dell’indice Rt che passa da 0,82 di venerdì scorso a 0,83 di oggi; altra storia, invece, per l’incidenza che due settimane fa era 54 casi ogni 100mila abitanti, passata poi a 45 venerdì scorso e nel monitoraggio di oggi è scesa addirittura a 37.

Dalla bozza del monitoraggio Iss di oggi si evince anche una leggera diminuzione dei ricoverati in ospedale. Il tasso di occupazione in terapia intensiva, infatti, scende al 5,1%, con diminuzione dei pazienti in rianimazione durante la settimana. Per quanto riguarda le aree mediche, il tasso di occupazione a livello nazionale è del 5,9% e anche in questo caso c’è una diminuzione delle persone ricoverate.

C’è solo una regione, il Lazio, ancora classificata a rischio moderato. Secondo il report settimanale le restanti regioni e province autonome si assestano a rischio basso. Tra poche ore, come ogni venerdì, il monitoraggio Iss verrà illustrato nel corso della consueta conferenza stampa. Attesa anche per possibili novità per il passaggio in zone di colore differenti, con la Sicilia che spera nella zona bianca dalla prossima settimana e la Calabria che è ancora a rischio zona gialla.

Ultime notizie