mercoledì, 27 Ottobre 2021

Attivisti dei cambiamenti climatici occupano pacificamente giornali, radio e tv: “Aiutateci a raccontarlo”.

Gli Extinction Rebellion, movimento internazionale, ha manifestato pacificamente contro il preCOP23, la Conferenza delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici.

Da non perdere

Dopo l’occupazione di ieri vista con Greta Thunberg, a Milano proseguono le proteste pacifiche contro i cambiamenti climatici. Questa mattina si sono fatti sentire gli attivisti di Extinction Rebellion, movimento internazionale che lotta per la giustizia climatica ed ecologica.

I manifestanti hanno fatto un sit-in nelle hall di alcuni tra i più importanti servizi di comunicazione, come giornali, radio e tv, tenendo in mano alcuni cartelli, tra cui uno con su scritto “Aiutateci a raccontarlo”. Le proteste riguardano gli incontri della preCOP23, la Conferenza delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici, dove i delegati di oltre 40 Paesi si confronteranno informalmente al MiCo center di Milano sugli aspetti politici chiave del prossimo summit mondiale sul clima.

Oltre a “Aiutateci a raccontarlo”, diversi slogan hanno capeggiato l’occupazione:“Codice rosso per l’umanità: il clima è già cambiato” e “I governi parlano e non decidono”. Lo scopo degli Extinction Rebellion è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica attraverso i media italiani, con i mass media a garantire un discorso con evidenze scientifiche, volto a smuovere il cittadino a compiere un cambiamento concreto.
Secondo il movimento: “È necessario che la crisi climatica ed ecologica non venga più raccontata come semplice fatto di cronaca, ma diventi la narrazione del nostro presente. La COP26 è l’ultima possibilità che l’umanità ha per evitare il caos climatico. Quello che accadrà questa settimana al Mi.Co. Center è una storia che deve essere raccontata”.

Ultime notizie