mercoledì, 27 Ottobre 2021

Covid, la variante Delta prevale nel mondo: oltre 6 miliardi i vaccini somministrati

La variante Delta del coronavirus è quella "predominante" in tutto il mondo, ma nel frattempo le dosi di vaccino somministrate nel mondo hanno superato i 6 miliardi.

Da non perdere

La variante Delta del coronavirus è quella “predominante” a livello mondiale. Lo ha reso noto ieri Maria van Kerkhove, responsabile tecnico dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per la crisi Covid-19: dalla sua prima apparizione in India nel dicembre 2020, questa variante altamente contagiosa è diventata il ceppo predominante del virus, responsabile di oltre il 90% dei nuovi casi di Covid negli Stati Uniti. Ha infatti superato tutte le altre cosiddette Voc, ‘variant of concern’, diventandone la principale.    “Attualmente circolano meno dell’1% della Alfa, Beta e Gamma. In tutto il mondo è prevalentemente la Delta” – ha detto van Kerkhove, sottolineando come la sua contagiosità sia tale da aver surclassato tutte le altre in termini di circolazione.

Nel frattempo secondo l’Afp (Agence France-Presse) le dosi di vaccino anti-Covid somministrate nel mondo hanno superato quota 6 miliardi. Quasi il 40% delle inoculazioni (2,18 miliardi) sono avvenute in Cina. Tra i Paesi con più vaccinazioni seguono India (826 milioni) e Stati Uniti (386 milioni). Rimane molto ampio il divario tra ricchi e poveri: tra quelli classificati “ad alto reddito” dalla Banca mondiale sono state somministrate in media 124 dosi ogni 100 abitanti, rispetto alle 4 dosi per 100 abitanti tra  quelli “a basso reddito”. In Burundi, Eritrea e North Korea, non risulta alcuna vaccinazione. Stando alle dichiarazioni rilasciate dalla Casa Bianca, nel 2022, gli Stati Uniti vogliono raddoppiare le dosi, acquistando altre 500 milioni di dosi di Pfizer in modo da poterle inviare ai Paesi più poveri.

Ultime notizie